Come fermare il sanguinamento uterino in menopausa, cause e diagnosi di patologia

Selezione

La menopausa (menopausa) è una condizione naturale in una donna, caratterizzata dall'involuzione della funzione sessuale con l'estinzione del ciclo ovarico-mestruale, l'alterazione ormonale del corpo e lo sviluppo di sintomi somatovegetativi secondari. La caratteristica più importante di questo periodo è la graduale scomparsa delle mestruazioni.

Tuttavia, alcune donne hanno sanguinamento sanguinante di nuovo durante la menopausa, fino allo sviluppo di sanguinamento uterino o metrorragia. Questa è una condizione patologica che richiede esame e trattamento. Come fermare il sanguinamento uterino durante la menopausa e come può essere causato?

Cos'è la menopausa e perché le mestruazioni si fermano?

In medicina, la menopausa è indicata con il termine "menopausa". Questa condizione non si verifica immediatamente, è caratterizzata da diverse fasi successive: premenopausa, menopausa, perimenopausa, postmenopausa. L'evento chiave è la cessazione delle mestruazioni regolate dalle ovaie.

Il climax può essere fisiologico, in via di sviluppo in virtù dell'età. Accade anche il periodo di menopausa artificiale, che si verifica prima ed è iatrogena. La sua causa è una soppressione pronunciata della funzione ovarica con farmaci, chemioterapia o radioterapia, rimozione delle ovaie.

Tutte le manifestazioni della menopausa sono associate alla crescente carenza di estrogeni nel corpo della donna. Deriva da un progressivo declino della funzione ovarica ed endogena dell'ovaio.

Da circa 35 anni inizia il processo di sclerosi dello stroma ovarico. Aumenta la percentuale di tessuto connettivo, i follicoli si dissolvono o si sottopongono a ialinosi. Di conseguenza, le ovaie si restringono e si restringono di dimensioni e la loro produzione di ormoni sessuali (principalmente estradiolo e progesterone) diminuisce sempre di più. Inizialmente, questo è parzialmente compensato dalla sintesi di estrogeni (estrone) da testosterone e androstenedione nella pelle e nel tessuto sottocutaneo.

Non c'è solo una diminuzione del numero di follicoli funzionanti. Già all'inizio della fase di premenopausa, la gravità della risposta del tessuto ovarico agli ormoni follicolo-stimolanti (FSH) e luteinizzanti (LH), che hanno un effetto regolatore sul funzionamento del sistema riproduttivo femminile, diminuisce. Una violazione del feedback nella catena dell'ipofisi ovarica porta ad una diminuzione secondaria nella sintesi di questi ormoni.

A causa di questo squilibrio ormonale, la maggior parte dei cicli diventa anovulatoria, la loro durata cambia. Le mestruazioni diventano irregolari, scarse. Allo stesso tempo possono verificarsi periodi di sanguinamento prolungato, anche il sanguinamento uterino in menopausa può svilupparsi. Ciò è dovuto a una pronunciata violazione del rapporto tra estrogeni e progesterone.

La cessazione completa delle mestruazioni è chiamata menopausa, il periodo di premenopausa va in perimenopausa. E circa sei mesi dopo, viene diagnosticata la comparsa della postmenopausa. Allo stesso tempo, i disturbi cardiovascolari, somatovegetativi e psicoemotivi che si verificano nelle fasi precedenti sono invertiti.

Il sanguinamento con la menopausa è normale?

La ripresa di sanguinamento dal tratto genitale dopo la cessazione della funzione mestruale, così come un aumento del volume di sangue rilasciato nel periodo pre-menopausa è un sintomo di avvertimento. Quando appare, una donna dovrebbe consultare un medico il più presto possibile per esaminare e identificare la causa del sanguinamento. Persino spotting spotting è un motivo per consultare un ginecologo.

Il sanguinamento uterino della menopausa può essere causato da cause locali (associate alla patologia degli organi genitali esterni o interni) ed extragenitale.

Questi ultimi includono disordini della coagulazione, aterosclerosi sistemica con lesione vascolare dell'endometrio atrofico, ipertensione arteriosa incontrollata.

Cause locali di sanguinamento uterino con menopausa:

  • tumori maligni del corpo e della cervice, carcinoma dell'endometrio;
  • neoplasie benigne dell'utero, ulcerate o necrosi (fibromi, polipi ed iperplasia endometriale);
  • tumori ormonali attivi (femminilizzanti) delle ovaie di diverse dimensioni, che possono essere rappresentati da pettini, neoplasie delle cellule della granulosa, arrenoblastomi, cistiti cilioepiteliali e pseudomuminosi, tumore del Brenner;
  • tekomatoz delle ovaie - estesa proliferazione di un particolare tessuto che è di origine mesodermica, ha attività ormonale ed è più probabile un parenchima;
  • cancro ovarico;
  • il funzionamento del tessuto ovarico anche dopo la cessazione delle mestruazioni, con la ripresa aciclica della crescita dei follicoli rimanenti e cambiamenti funzionali inadeguati nell'endometrio.

C'è anche una causa non così terribile di sanguinamento nel periodo della menopausa - il mantenimento della terapia ormonale sostitutiva per la sindrome della menopausa che scorre patologicamente. In alcune donne, anche piccole dosi di ormoni portano a macchie mestruali o acicliche dal tratto genitale.

Non dimenticare che il sanguinamento nel periodo della menopausa può avere non solo l'origine uterina. Sono spesso causati da alterazioni della membrana mucosa dell'area vulvovaginale e talvolta sono causate dal sanguinamento delle vene varicose della vagina.

Cosa provoca la metrorragia?

Il sanguinamento uterino può verificarsi senza evidenti fattori di stimolazione. Ma spesso, con un'attenta anamnesi, è possibile identificare la precedente situazione stressante, crisi ipertensiva, grave sforzo fisico. Sono anche possibili disturbi mentali acuti, malattie infettive, uso di farmaci epatotossici o che fluidificano il sangue. E in alcuni pazienti, l'inizio della menorragia è provocato da rapporti sessuali, un aumento della pressione intra-addominale con una tosse forte, tesa a causa della stitichezza.

Segni di sanguinamento uterino con menopausa

Il sanguinamento uterino è difficile da non notare. La cavità uterina è comunicata attraverso il canale cervicale alla vagina, è un modo naturale per rimuovere sangue, muco e altri fluidi biologici. È l'apparenza di una scarica sanguinolenta dal tratto genitale con l'apparizione di segni caratteristici sulla biancheria intima e diventa un motivo per cercare cure mediche.

Il volume e il tasso di perdita di sangue nel sanguinamento uterino sono diversi. Quando le secrezioni copiose appaiono coaguli, sono associate alla coagulazione intrauterina del sangue. A volte il sanguinamento appare all'improvviso, come se stesse rompendo la cervice. Molto spesso, questa condizione si nota dopo un rapporto sessuale, se il paziente ha un ematometro (accumulo di sangue nella cavità uterina).

Il sanguinamento può essere accompagnato da dolori all'addome inferiore o nella regione lombare, da una natura tirante, da crampi o dolorante. Ma spesso le donne non notano un evidente disagio fisico. Possibile aumento del volume dell'addome, il suo gonfiore e la sensazione di trabocco In alcuni casi, vi è disagio durante la minzione e la defecazione, che può essere dovuto all'effetto del tumore esistente sugli organi adiacenti, alla pelvioperitonite catarrale o al gonfiore dei tessuti circostanti.

Con sanguinamento ripetuto o intenso, una donna spesso soffre di debolezza generale, affaticamento, mal di testa, palpitazioni e mancanza di respiro con poco sforzo. È associato allo sviluppo dell'anemia da carenza di ferro post-emorragico. Nel cancro delle ovaie o nel corpo dell'utero, una diminuzione persistente dell'emoglobina può anche essere dovuta all'intossicazione. È anche possibile aumentare la temperatura corporea a numeri subfebrilny, peggioramento della condizione generale, svenimento.

Esami richiesti

Una donna con sanguinamento della menopausa deve essere attentamente esaminata. Con forti emorragie, inizia contemporaneamente al trattamento. E nei casi lievi, viene data preferenza all'identificazione primaria della causa della metrorragia.

Il programma di indagine può includere:

  • esame ginecologico (in specchi e metodo bimanuale);
  • aspirazione del contenuto dell'utero e striscio dalla cervice per un successivo esame oncocitologico del materiale ottenuto;
  • studio del background ormonale del paziente con la determinazione del livello di estrogeni, progesterone, LH, FSH, 17-chetosteroidi;
  • Ultrasuono con sensore addominale e vaginale;
  • quando viene rilevato fluido libero nella cavità pelvica, una puntura del forcare posteriore dell'esame oncocytological;
  • esame clinico generale con una valutazione del sistema di coagulazione del sangue, il funzionamento del fegato e l'identificazione dei segni di anemia;
  • studio sui marcatori tumorali: CA 125, CA 199;
  • curettage separato terapeutico e diagnostico dell'utero e del canale cervicale;
  • isterosalpingografia;
  • isteroscopia;
  • Risonanza magnetica degli organi pelvici.

Lo scopo di un esame completo dipende dalle condizioni del paziente, dai dati di un esame ginecologico. Alcune procedure diagnostiche invasive vengono eseguite solo in un ospedale ginecologico.

Trattamento del sanguinamento uterino

Le basi per il trattamento della metrorragia con la menopausa sono farmaci con effetto emostatico. Possono essere prescritti da un medico prima di ottenere i risultati degli studi di laboratorio e strumentali, infatti tale terapia emostatica è sintomatica. Dopo aver identificato la causa della sindrome metrorragica, viene presa una decisione sulla tattica per un ulteriore trattamento del paziente.

I principali farmaci emostatici per il sanguinamento uterino durante la menopausa:

  • Acido aminocaproico, che inibisce il processo di fibrinolisi;
  • Icinon (etamzilat) - riduce la permeabilità delle pareti vascolari e attiva la sintesi della tromboplastina;
  • Vikasol, un analogo sintetico idrosolubile della vitamina K, ha un effetto benefico sulla sintesi di proconvertina e protrombina;
  • Gluconato di calcio - aiuta a sigillare le pareti dei piccoli vasi e ridurre la loro permeabilità.

Il più delle volte, il sanguinamento uterino con menopausa è usato Dicynon, può essere somministrato sotto forma di compresse o iniezioni. L'effetto della sua iniezione intramuscolare arriva alla fine delle prime 1,5 ore e dopo infusione endovenosa, può essere previsto dopo 15 minuti. Vikasol non è un aiuto di emergenza, il suo effetto sul sistema emostatico si manifesta durante il giorno.

Viene anche prescritta l'ossitocina, una droga ormonale ad azione uterotonica. L'effetto che deriva dal suo utilizzo è dovuto alla compressione meccanica dei vasi riducendo le pareti dell'utero. A scopo terapeutico e preventivo, può essere prescritta una terapia ormonale sostitutiva. Tali compresse da sanguinamento uterino con menopausa permettono di correggere parzialmente la carenza di estrogeni esistente e alleviare i sintomi esistenti. Quando li si utilizza, è necessario osservare rigorosamente il regime di ricezione, perché un forte calo del livello di estrogeni può provocare un nuovo episodio di metrorragia.

Sulla base dei risultati dell'esame, può essere presa una decisione per fermare l'emorragia. Questo può essere il curettage dell'utero, la rimozione di un polipo sanguinante, l'esfoliazione del nodo del mioma sottomucoso nasale, l'estirpazione o l'amputazione dell'utero. Quando si identificano segni di cancro e segni di danno alle ovaie, è previsto un esame approfondito per valutare lo stadio del cancro, la presenza di metastasi e danni agli organi vicini. Il volume dell'intervento chirurgico è determinato individualmente.

Come fermare il sanguinamento uterino a casa?

Sanguinamento di intensità moderata, che non porta a un significativo peggioramento della salute, raramente serve come causa di trattamento di emergenza per il medico. Tali pazienti di solito ricorrono all'autotrattamento utilizzando metodi di medicina alternativa.

Ma una varietà di rimedi popolari per il sanguinamento uterino durante la menopausa agisce solo sull'effetto, senza eliminare le cause alla radice. Inoltre, non hanno un effetto così potente e rapido come la medicina prescritta dal medico. Pertanto, il loro uso è consentito solo in consultazione con il ginecologo come coadiuvante per i farmaci emostatici.

Tipicamente, vengono usati vari rimedi erboristici sotto forma di decotti o infusi che hanno un effetto indiretto sul sistema di coagulazione del sangue e sul tono della parete uterina. Può essere ortica, pepe d'acqua, corteccia di viburno, borsa del pastore, achillea, equiseto e alcune altre piante.

L'autotrattamento del sanguinamento uterino è irto della progressione del processo patologico primario e può portare a una diagnosi tardiva di malattie ginecologiche potenzialmente letali. Inoltre, alcune misure possono persino aumentare il sanguinamento o causare complicazioni, il che aggrava significativamente la condizione della donna. Questo è il motivo per cui la detersione inammissibile, l'introduzione di tamponi vaginali assorbenti, l'imposizione di bottiglie di acqua calda sullo stomaco.

Il sanguinamento uterino del climaterio è sempre un segno di qualsiasi patologia esistente e richiede un trattamento obbligatorio al medico.

Cause e 3 modi per trattare il sanguinamento uterino durante la menopausa

Molte donne dopo 40 anni di sanguinamento con menopausa sono considerate normali e non hanno fretta di vedere un medico. Sullo sfondo dell'estinzione delle funzioni riproduttive, le escrezioni sono organiche o disfunzionali.

Non è spaventoso se si tratta di un processo fisiologico associato all'invecchiamento. È necessario suonare l'allarme quando c'è una forte perdita di sangue, così come in caso di secrezione di sangue con pus, muco, odore sgradevole. I sintomi possono indicare lo sviluppo di malattie gravi e persino di oncologia, quindi richiedono un intervento medico urgente.

Sanguinamento della menopausa: è normale?

Durante questo periodo, lo sfondo ormonale di una donna sta attraversando cambiamenti globali che coinvolgono l'intero sistema riproduttivo. Il ciclo mestruale diventa più lungo o più corto, lo scarico abbondante o scarso.

È considerato normale se il sanguinamento uterino in premenopausa è causato da un normale fenomeno fisiologico. Questo è un processo naturale alla conclusione della funzione di gravidanza. Se parliamo della malattia, allora la scarica diventa ciclica, patologica e lo stato non tollera più il ritardo nell'andare dal medico.

Le donne devono prestare attenzione alla natura, alla durata, al colore dello scarico. Non puoi ignorare:

  • la comparsa di abbondante sanguinamento della menopausa con coaguli tra le mestruazioni;
  • cambiamento della normale durata del ciclo mestruale (meno di 21 o più di 27 giorni);
  • la presenza di scarico prima della fine del periodo della menopausa.

Segni di sanguinamento uterino con menopausa

Di solito, il periodo di premenopausa inizia con una lieve indisposizione, debolezza, aumento della frequenza cardiaca, nausea, aumento della sudorazione, brividi e febbre di basso grado. Questi segni indicano una diminuzione della produzione di ormoni, il livello di emoglobina nel sangue.

Lo scarico abbondante è considerato il sintomo principale del sanguinamento uterino durante la menopausa. Inoltre osservato:

  • vertigini;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • abbassare la pressione sanguigna;
  • sbiancamento, cianosi della pelle;
  • mal di testa.

In premenopausa

Una caratteristica del periodo di premenopausa è di ridurre il livello di salute delle ovaie, sebbene l'organo riproduttivo continui ancora a funzionare. Ma gli ormoni iniziano a cambiare, il che porta alla comparsa di un lieve sanguinamento, dolore nell'addome inferiore. Le donne dovrebbero consultare un ginecologo nei seguenti casi:

  • ci sono scarichi abbondanti, quando è necessario cambiare le guarnizioni ogni 2,5-3 ore;
  • dopo il contatto sessuale, il sanguinamento è iniziato con grumi, coaguli di sangue costituiti da fibre tissutali;
  • ci sono state scarse escrezioni dopo una lunga assenza, che potrebbe indicare la localizzazione dei polipi nell'utero, lo sviluppo di un tumore.

in post-menopausa

Durante questo periodo, la funzionalità dell'ovaia cessa, non c'è scarico. Ma se compaiono, è considerata un'occasione per visitare il ginecologo. Il sanguinamento è consentito durante il periodo di utilizzo di medicinali contenenti ormoni. In altri casi, questo potrebbe essere un segno:

  • disfunzione ovarica;
  • disturbi ormonali;
  • lo sviluppo di malattie gravi (poliposi, vaginite, endometriosi, fibromi uterini, tumori della ghiandola genitale appaiata).

Dopo la menopausa, il sanguinamento può essere causato da atrofia delle fibre muscolari, assottigliamento della mucosa.

In postmenopausa, la metrorragia è un pericolo - un fenomeno che si verifica durante lo sviluppo di un tumore maligno della cervice, dell'ovaio, dello strato endometriale.

Cause di metrorragia

I seguenti fattori influenzano l'insorgenza di sanguinamento durante la menopausa:

  • naturale, associato a cambiamenti ormonali sullo sfondo dell'invecchiamento del corpo;
  • anormale, che appaiono a causa dello sviluppo del processo infiammatorio (infettivo) negli organi del sistema riproduttivo.

Succede così che le malattie che si trovavano in uno stato latente prima dell'inizio della premenopausa iniziassero a manifestarsi. Gli squilibri ormonali possono provocare sanguinamento e il rischio di sviluppare un tumore dell'endometrio aumenta in modo significativo.

Mioma uterino

Un tumore benigno è una conseguenza dell'insuccesso del rapporto quantitativo degli ormoni (prolattina, estrogeno). Tra i segni principali, c'è sanguinamento aperto nel mezzo del ciclo mestruale, diminuzione del tono vascolare, alterata contrattilità uterina. Spesso il tumore è asintomatico e solo quando cresce con l'inizio della menopausa inizia a dichiararsi, a essere attivo, ad aumentare rapidamente di dimensioni. Questa patologia richiede un trattamento con farmaci e chirurgia.

Polipi endometriali

Questa è una neoplasia benigna, una proliferazione focale della mucosa uterina sotto forma di escrescenze sul gambo delle cellule endometriali con aderenza alle pareti della mucosa. I polipi sono singoli e di gruppo.

Il pericolo di patologia sta nella possibile degenerazione dei tumori in un tumore maligno, perché è il periodo della menopausa che è in grado di attivare lo sviluppo delle cellule tumorali. Si distinguono i seguenti segni di poliposi: perdita di sangue irregolare fino a 250-300 ml al giorno, scarico di sangue con coaguli. In questo caso, terapia farmacologica prescritta e radiazione laser.

Iperplasia endometriale

Il sanguinamento si osserva con l'arrivo di giorni critici. L'iperplasia è un ispessimento, una crescita anormale della mucosa interna dell'utero a causa dell'aumento dei livelli di estrogeni. Il processo interferisce con il normale funzionamento dei genitali. Le mestruazioni in premenopausa sono abbondanti, di lunga durata, di natura diversa. Nel periodo postmenopausale può essere completamente assente.

endometriosi

L'endometrio inizia a crescere nello spessore delle pareti dell'utero, diffondendosi agli organi come la vagina, l'intestino, le tube di Falloppio e le ovaie. La mancanza di trattamento porta a un processo di degenerazione maligno. La particolarità della patologia sta nell'aspetto del sanguinamento mestruale accompagnato dal dolore nell'addome inferiore.

Disfunzione ovarica

Le ovaie sono soggette a un processo disfunzionale sullo sfondo di squilibrio ormonale e disturbi endocrini. Durante la premenopausa, si osserva sanguinamento irregolare di intensità variabile.

Cancro uterino

Nel periodo delle donne in postmenopausa, viene spesso diagnosticata una patologia simile. Segni pericolosi sono scarico con sangue, odore sgradevole, mal di schiena, basso addome.

sondaggio

È importante identificare i fattori scatenanti che hanno portato al sanguinamento uterino, per valutare la quantità di sangue secreto, la presenza di impurità.

Tra i metodi diagnostici ci sono:

  • analisi degli ormoni per hCG per il rilevamento della gravidanza;
  • consumatori con esami del sangue;
  • citologia striscio dal canale uterino cervicale;
  • tomografia per sospetta oncologia;
  • analisi del sangue per la coagulazione;
  • ecografia transvaginale dell'utero, tube di Falloppio, organi pelvici;
  • isterografia con introduzione di soluzione salina;
  • biopsia tissutale per sospetta endometriosi;
  • mappatura color Doppler;
  • isteroscopia per esame ormonale;
  • analisi del sangue biochimica.

Inoltre, le donne possono essere indirizzate per la consultazione a specialisti ristretti: ematologo, oncologo e endocrinologo.

Metodi di trattamento

Le terapie convenzionali includono:

  • farmaci;
  • intervento chirurgico (in casi avanzati);
  • ablazione con ultrasuoni nella diagnosi dei fibromi uterini;
  • resezione dei tessuti uterini nell'adenomiosi;
  • terapia ormonale sostitutiva;
  • embolizzazione con l'introduzione di farmaci per bloccare l'accesso del sangue nell'utero;
  • intervento laser allo scopo di bruciare, distruzione del tessuto endometriale nell'iperplasia endometriale;
  • resezione di tumori.

farmaci

I seguenti farmaci aiuteranno a fermare il sanguinamento uterino, ad avere un effetto benefico sulla mucosa uterina e ad eliminare le sensazioni dolorose:

  1. Vikasol, Etamzilat, Oxytocin, Ditsinon sono utilizzati per normalizzare la coagulazione del sangue, creare un ostacolo nella formazione di coaguli di sangue, attivare i processi di sviluppo della tromboplastina.
  2. I coagulanti proteici (Vikasol, acido aminocaproico) sono usati per compensare la forte perdita di sangue.

Ablazione ad ultrasuoni

La procedura è prescritta per la diagnosi di adenomiosi, iperplasia dell'endometrio, poliposi della cavità uterina (canale cervicale). Ablazione - raschiamento della mucosa con successivo studio del tessuto per identificare la natura della patologia (benigna, maligna).

Intervento chirurgico

L'amputazione sopra-vaginale, la completa rimozione dell'utero insieme alle appendici, alle ovaie, alle tube di Falloppio sono l'unica via d'uscita per la diagnosi dei fibromi - un tumore maligno con carie.

Come fermare la metrorragia a casa

I rimedi popolari forniscono un supporto di supporto al corpo al fine di prevenire lo sviluppo di infiammazioni durante il sanguinamento dalla vagina e migliorare l'immunità locale.

Le donne sono consigliate di assumere infusi di erbe: viburno, erba di San Giovanni, ortica. I brodi vengono utilizzati per eliminare il metrorragia, normalizzare la circolazione sanguigna e la pressione sanguigna.

Prima che arrivi l'ambulanza, dovresti sdraiarti su un lato, prendendo una posizione orizzontale e le gambe sotto le braccia. Devi prendere un tovagliolo con un cubetto di ghiaccio o una piastra di riscaldamento fredda sullo stomaco, prendere un anestetico. Se non ci sono ragioni visibili per lo scarico, i medici prescriveranno prima una preparazione emostatica.

Si raccomanda di non trascurare le semplici regole di prevenzione:

  • rispettare il riposo a letto;
  • limitare lo sforzo fisico che può provocare ricadute di metrorragia.

Non automedicare. Ad esempio, l'uso prolungato di coagulanti con dosi maggiori porta a una rapida coagulazione del sangue, trombosi e gravi conseguenze come infarto e ictus. Indipendentemente dalla malattia identificata e dal grado di intensità del sanguinamento, la terapia incontrollata con i rimedi popolari è inaccettabile.

conclusione

Le donne non possono ignorare anche piccole modifiche nel corpo. Il sanguinamento uterino con la menopausa può trasformarsi in un problema serio. È impossibile considerare la comparsa di spiacevoli e dolorosi scarichi sanguinosi come la norma, in attesa che passino da soli. È necessario chiamare immediatamente un'ambulanza se grossi volumi di sangue hanno cominciato ad allontanarsi bruscamente o visitare un ginecologo.

Cause, sintomi e metodi di trattamento del sanguinamento uterino patologico durante la menopausa

Il sanguinamento uterino con la menopausa è una scarica di natura sanguinante dalla zona vaginale, con diversi gradi di intensità, che si formano insieme all'estinzione della funzionalità riproduttiva, accompagnata dalla cessazione del ciclo mestruale. Il sanguinamento uterino durante la menopausa può avere una durata, una frequenza, una quantità di sangue perduto e una natura del decorso diversa (cioè, con o senza coaguli di sangue). Possono anche essere disfunzionali o organici.

Maggiori informazioni sul sanguinamento uterino.

Sanguinamento con menopausa e le sue cause sono stabilite secondo i seguenti tipi di esami:

  • esame ginecologico;
  • esame ecografico;
  • biopsia o RDV (curettage diagnostico separato), in cui parte dello strato superficiale dell'endometrio viene rimosso per studiare e fare una diagnosi accurata;
  • analisi istologica.

Il trattamento del sanguinamento durante la menopausa dipende dalla vera causa del suo verificarsi. Si può scegliere un metodo conservativo di trattamento con farmaci o interventi chirurgici.

L'insorgenza di sanguinamento uterino disfunzionale nel periodo menopausale è caratterizzata da un'insorgenza inaspettata di sanguinamento dalla vagina, che può verificarsi in qualsiasi stadio della menopausa: in premenopausa, in menopausa o in menopausa.

Il sanguinamento abbondante è uno dei motivi più frequenti per cui le donne mature che hanno raggiunto l'età di 45-50 anni sono ricoverate in ginecologia. I fattori che contribuiscono alla comparsa di tali manifestazioni patologiche, nella maggior parte dei casi, dipendono dallo stadio della menopausa.

Secondo le statistiche, il sanguinamento in menopausa in un quarto di tutti i casi è combinato con patologie come i fibromi. Sono stati inoltre registrati fino al 20% dei casi di sanguinamento con endometriosi e fino al 10% con lo sviluppo di polipi nello strato endometriale.

Indipendentemente dalla profusione del flusso sanguigno, così come dalla sua durata e dal livello di sangue perduto, il sanguinamento uterino disfunzionale deve essere necessariamente preso sotto lo stretto controllo di uno specialista ginecologico qualificato. Ciò è dovuto al fatto che tutta l'astuzia e il pericolo di tali manifestazioni è che possono verificarsi non solo insieme allo sviluppo di cambiamenti ormonali nel corpo o nelle neoplasie benigne nella cavità uterina, ma anche a diventare una prova dello sviluppo di una neoplasia maligna.

Cause di sanguinamento in diverse fasi della menopausa

Nel processo di installazione delle vere cause che contribuiscono alla formazione di sanguinamento uterino disfunzionale, il ruolo principale appartiene al periodo di tempo del periodo menopausale, durante il quale è iniziato il sanguinamento non caratteristico dalla zona vaginale. L'intero periodo climaterico è suddiviso in 3 fasi principali del flusso:

  1. premenopausa, durante la quale si verifica un cambiamento nel ciclo mestruale e la gravidanza è ancora possibile;
  2. menopausa, in arrivo con l'ultimo ciclo mestruale;
  3. postmenopausa, durante lo sviluppo del quale, vi è una cessazione completa della funzionalità riproduttiva del corpo femminile e atrofia ovarica.

Sanguinamento uterino in menopausa può verificarsi in qualsiasi periodo di tempo. Pertanto, quando si effettua una diagnosi, lo specialista prende in considerazione la fase di sviluppo del periodo menopausale.

Il sanguinamento durante la menopausa può essere causato dall'azione dei seguenti fattori o cause:

  • Violazione della funzionalità del sistema riproduttivo. Anche se il sistema riproduttivo femminile degli organi era al cento per cento di capacità lavorativa, questo fattore non dovrebbe essere scartato, poiché l'utero con la cervice, lo strato endometriale e le ovaie possono contribuire alla formazione di sanguinamento.
  • Ristrutturazione ormonale del corpo. Climax, include processi intrinseci di cambiamento nel metabolismo, con particolare attenzione alla riduzione. Ma durante lo sviluppo di ciascuna fase del periodo climaterico, possono verificarsi disturbi ormonali, accompagnati da salti nella produzione di ormoni sessuali, che porta a una risposta alla reazione ematica del sistema riproduttivo degli organi.
  • L'uso di droghe. In menopausa, per ridurre la manifestazione della sindrome della menopausa, gli specialisti possono prescrivere l'uso di farmaci contenenti ormoni, a cui può seguire una reazione simile del corpo.
  • La presenza di processi patologici in vari gradi di esistenza, non associati agli organi riproduttivi.

Tipi di sanguinamento

Il sanguinamento uterino disfunzionale in menopausa può variare nel numero di perdite, nel grado di durata e nei sintomi associati. Tutti i DMK sono divisi in:

  1. scarica menorragica, caratterizzata da una durata settimanale, un'intensità abbondante e una natura ciclica del flusso;
  2. sanguinamento metrorragico, caratterizzato dalla comparsa di sanguinamento con piccoli volumi di scarico di sangue e scarico mucoso. Hanno una natura caotica del flusso, possono verificarsi in qualsiasi momento;
  3. secrezione menorragica, caratterizzata da una combinazione dei segni caratteristici di precedenti tipi di sanguinamento e formazione abbastanza frequente, con un elevato numero di perdite ematiche;
  4. la polimenorragia è un sanguinamento mestruale che appare ciclicamente ogni 3 settimane.

Tutti i tipi considerati di MQD si riferiscono alle caratteristiche generali della condizione patologica presentata delle donne. Per fare una diagnosi accurata, è necessario determinare con precisione la vera causa della patologia, che determina lo sviluppo di un successivo schema di terapia medica.

Sanguinamento uterino in premenopausa

Il periodo pre-menopausale nella vita di una donna è diverso in quanto il corpo ha già cambiamenti ormonali. Gli organi riproduttivi (ovaie) sono ancora funzionanti, ma il loro livello di efficienza diminuisce marcatamente. Ciò porta al fatto che il sanguinamento può avere l'assoluta imprevedibilità della sua natura di manifestazione e sviluppo.

È molto importante osservare tutte le loro caratteristiche. Appeal al profilo ginecologico degli specialisti è necessario se compaiono i seguenti punti:

  • Elevata profusione di scarica, manifestata da frequenti cambi di guarnizioni, più di 1 volta in 2,5-3 ore.
  • La presenza di grumi, grumi e fibre di tessuto sulla superficie della striscia.
  • La comparsa di dimissioni postconali, in altre parole, dopo il contatto sessuale con un partner.
  • Elevata incidenza di emorragia, formata ogni 21 giorni e intervalli di tempo più brevi.
  • L'assenza di mestruazioni più di 2,5-3 mesi.

Il primo stadio di sviluppo del periodo climaterico è anche caratterizzato da un modello di sviluppo ad esso peculiare. Le emorragie metorragiche compaiono nella maggior parte dei rappresentanti della bella metà dell'umanità. Una piccola quantità di mestruazioni non indica una diminuzione del volume degli organi riproduttivi. Può essere causato dallo sviluppo di polipi nella cavità uterina, che durante la crescita attiva contribuiscono alla separazione dello strato epiteliale con secrezioni sanguinolente.

Inoltre, tale emorragia può essere causata dallo sviluppo di un tumore di diversa natura, che, insieme alla formazione di un fenomeno emorragico, può anche causare sintomi dolorosi nell'addome inferiore.

L'emergere di un menometro nel periodo pre-menopausale può causare un completo declino dell'attività fisica, la cui causa sarà una grande quantità di sangue perduto. La ragione per lo sviluppo di tale emorragia può essere non solo i disturbi ormonali nel corpo femminile, ma anche le conseguenze dello sviluppo di tali patologie come:

  • endometriosi;
  • fibromi;
  • iperplasia;
  • crescita e sviluppo di polipi;
  • ovaie policistiche

L'aspetto principale e importante è la questione di come il sanguinamento patologico differisca dal ciclo mestruale, che con l'inizio del periodo premenopausale inizia a perdere la sua natura ciclica e la regolarità della manifestazione.

Le differenze risiedono nel fatto che il flusso mestruale può avere una consistenza densa, comprese piccole strisce di tessuto endometriale e una tinta scura. Il sanguinamento patologico è caratterizzato da un colore più luminoso, ha una consistenza più liquida, che lascia molto rapidamente l'area vaginale, anche in posizione supina.

Emorragia e gravidanza

Nel periodo climaterico, nelle fasi iniziali del suo sviluppo, il funzionamento delle ovaie è ancora mantenuto, e quindi la probabilità di maturazione dell'uovo. Ma i processi di ovulazione perdono la stessa ciclicità, quindi per prevenire il verificarsi di gravidanze indesiderate a 44-50 anni, si raccomanda di usare la contraccezione.

Il sanguinamento uterino disfunzionale può essere causato dall'uso di qualsiasi tipo di farmaci contraccettivi, in quanto influenzano anche i cambiamenti ormonali.

Nei casi in cui le donne non sono protette, può verificarsi una gravidanza, che può essere manifestata da spotting e sintomi associati.

Sanguinamento postmenopausale

La comparsa di emorragia nel periodo postmenopausale dovrebbe avvertire fortemente la donna e causare la domanda prioritaria: "Che cos'è? Norma o patologia? "

Le ovaie in questa fase della menopausa non funzionano più, quindi l'unica ragione relativa alle norme è l'uso di farmaci contenenti ormoni volti ad eliminare la sindrome della menopausa. Tutti gli altri casi di insorgenza di tali manifestazioni si riferiscono allo sviluppo di processi patologici nel campo della riproduzione e di altri organi nel corpo di una donna.

Sanguinamento uterino disfunzionale nel periodo postmenopausale può verificarsi a causa dei seguenti motivi:

  • la formazione di un fallimento nel sistema ormonale del corpo;
  • lo sviluppo di fibromi nella cavità uterina;
  • la formazione di polipi;
  • sviluppo della vaginite;
  • il verificarsi di processi iperplastici nello strato endometriale della cavità uterina;
  • la formazione di un malfunzionamento degli organi del sistema endocrino del corpo.

La metrorragia postmenopausale è anche un fenomeno pericoloso che può indicare:

  1. Sulla presenza di un tumore maligno nella cervice.
  2. Sullo sviluppo del cancro nello strato endometriale della cavità uterina.
  3. Sulla presenza di uno stato tumorale nelle ovaie.

Il sanguinamento dopo la menopausa può essere causato da processi atrofici delle superfici mucose e delle fibre muscolari nell'area vaginale, a causa delle quali le superfici mucose diventano molto sottili e presentano un alto grado di trauma. Al minimo danno alla loro integrità, si osservano rami sanguinolenti. Ma in ogni situazione, è necessario scoprire la vera causa di queste manifestazioni sanguinose insieme a uno specialista qualificato.

Trattamento del sanguinamento uterino con la menopausa

Il trattamento di questa patologia nel periodo della menopausa dipende dalla diagnosi. Con un grado pronunciato di profusione emorragia compresse può essere utilizzato per fermare il sanguinamento, tra i quali sono i più efficaci:

Se la ricezione di questi farmaci non raggiunge l'effetto desiderato, viene eseguito il curettage della cavità uterina, consentendo non solo di interrompere l'emorragia uterina, ma anche di inviare i materiali biologici ottenuti per la biopsia e di stabilire una causa più precisa della loro comparsa.

Come trattamento aggiuntivo per il sanguinamento in menopausa, tali erbe come:

Ma non dimenticare che prima di usare i decotti delle erbe presentate, devi consultare uno specialista.

Molte donne, notando che hanno secrezioni insanguinate e inusuali, non si affrettano a chiedere consiglio e aiuto medico, che è un potenziale pericolo per il corpo femminile. Pertanto, al fine di prevenire lo sviluppo di patologie gravi e il successivo trattamento chirurgico con l'eliminazione degli organi riproduttivi, è necessario consultare gli specialisti in modo tempestivo, fermare le emorragie patologiche nel tempo ed eliminare le cause che contribuiscono al loro verificarsi.

Video interessante su questo argomento:

Cosa fare per fermare il sanguinamento durante la menopausa e come distinguere dalle mestruazioni durante la menopausa

Climax - un periodo difficile nella vita di ogni donna matura, durante la quale spesso richiede un trattamento per sintomi troppo pronunciati.

Questo è il momento in cui il corpo si sta preparando a disattivare la funzione riproduttiva, riducendo così il livello di estrogeni (ormone sessuale).

La menopausa inizia con una media di 45-50 anni ed è accompagnata da una serie di cambiamenti nel corpo - l'estinzione della funzione ovarica, mestruazioni irregolari, attacchi di blu, vampate di calore, diminuzione della libido e la comparsa di emicranie.

Ma in nessun modo una tale condizione può essere definita una malattia - questa è la norma della fisiologia, uno stadio attraverso il quale ogni donna deve passare.

Cosa succede nel corpo nelle donne con menopausa

Cambiamenti nel corpo femminile durante la menopausa raramente passano inosservati, anche se influenzano ciascuno a vari livelli. Alcuni segni non possono essere in 50 anni, e qualcuno sente tutto il "fascino" in 40 anni.

I principali cambiamenti nel periodo della menopausa sono:

  • pronunciata insufficienza ormonale (comparsa di sudorazione, sonnolenza, fragilità delle ossa, mal di testa e irritabilità, oltre che sovrappeso);
  • cessazione delle mestruazioni (in premenopausa, diventano irregolari, in seguito scompaiono completamente);
  • mancanza di maturazione delle uova;
  • diminuzione dell'attività delle ghiandole secretorie (l'intensità della scarica mucosa dalla vagina cambia, appare la secchezza);
  • diminuzione del livello degli ormoni sessuali (estrogeni e progesterone);
  • mancanza di sviluppo follicolare nelle ovaie.

Leggi anche il tasso di FSH e LH in menopausa.

I cicli mestruali cambiano durante questo periodo?

La natura delle mestruazioni varia significativamente durante la menopausa. Ciò è dovuto all'invecchiamento delle ovaie e alla diminuzione dell'offerta di uova, che è ancora in utero durante la formazione della ragazza.

Durante la permenopausa sono presenti cicli vuoti (senza ovulazione). I livelli di estrogeni oscillano, il che causa spesso ritardi mensili. In questo momento, la durata delle mestruazioni cambia prima di tutto, con il più piccolo e il più grande.

La periodicità inizia a soffrire in modo significativo: i giorni critici possono andare più volte al mese o non apparire per diversi mesi.

Anche la natura dello scarico cambia. Possono essere scarse o abbondanti, il volume dipende dal numero di giorni e varia.

E solo quando le ovaie smettono completamente di produrre estrogeni, i giorni critici scompaiono completamente. Allo stesso tempo, atrofia della struttura e della forma dell'utero e delle ovaie.

Come distinguere le mestruazioni dal sanguinamento

Per determinare se l'emorragia è iniziata durante la menopausa, è sufficiente conoscere alcuni semplici criteri:

  • la quantità di flusso mestruale non deve superare i 90 g per ciclo (la perdita di sangue provoca anemia da carenza di ferro);
  • in caso di normali guarnizioni mensili, dura 2-3 ore (quando si spurga si riempie in un'ora al massimo);
  • il sanguinamento (metrorragia) può iniziare in qualsiasi giorno del ciclo;
  • natura della scarica (la metrorragia è caratterizzata da una maggiore perdita di sangue liquido, con un minimo di muco);
  • una sfumatura di sangue (con giorni critici, il sangue è scuro, con sanguinamento - rosso scarlatto o rosso vivo);
  • la durata del mese non è più di una settimana.

Quali secrezioni sono considerate normali

La presenza di chiari scarichi vaginali mucosi è un indicatore della salute riproduttiva.

Poiché la menopausa è caratterizzata dall'estinzione della funzione procreativa, anche il muco nell'utero della cervice è soggetto a cambiamenti. Il suo volume è significativamente ridotto, fino alla comparsa di disagio e secchezza durante l'intimità.

La normale quantità di scarico in menopausa fino a 2 ml al giorno, dovrebbero essere trasparenti (leggermente cremosi a causa dell'ossidazione con l'ossigeno), senza un forte odore, moderatamente viscoso. Lo scarico normale non causa bruciore, arrossamento e gonfiore degli organi genitali esterni.

Tipi di sanguinamento

Il sanguinamento uterino durante la menopausa è una scarica spontanea di sangue dagli organi genitali, associata alla presenza di fibromi, endometriosi, polipi endometriali e persino tumori maligni.

La diagnosi di sanguinamento durante la menopausa è molto più complicata a causa di uno squilibrio degli ormoni. Le mestruazioni si confondono facilmente con il sanguinamento.

Tipi di sanguinamento:

  • menorragia (sanguinamento prolungato, che può durare più di una settimana, è ciclico, la perdita di sangue giornaliera è di circa 80 ml);
  • metrorragia (non sanguinamento ciclico);
  • menometrorragia (mancanza di regolarità, abbondanza, durata a lungo);
  • polimenorrea (simile alle mestruazioni, ma ripetuta in meno di 21 giorni);
  • sanguinamento uterino disfunzionale (si verificano quando una violazione del processo di ovulazione, o la sua assenza).

Cause di

Le cause più comuni di sanguinamento in menopausa sono:

  • squilibrio ormonale (meno spesso uova mature, non c'è regolarità del ciclo, l'endometrio cresce, aumenta l'intensità delle secrezioni, aumenta il rischio di neoplasie maligne);
  • polipi endometriali (tumori benigni, dispiegati nell'utero, portano all'abbondanza di secrezioni);
  • fibromi uterini (formazione benigna, che causa frequenti menorragie a causa di una violazione della funzione contrattile dell'utero);
  • contraccettivi intrauterini (le spirali aumentano l'intensità della scarica);
  • contraccettivi orali (provocare sanguinamento durante una pausa tra le dosi);
  • l'iperplasia endometriale (dovuta alla proliferazione del rivestimento interno dell'utero causa abbondanti perdite di sangue, è una condizione precancerosa).

Metodi diagnostici

Per individuare le malattie delle ovaie e dell'utero e stabilire la causa del sanguinamento, vengono nominati numerosi test e studi:

  • esame da parte di un ginecologo che utilizza uno specchio;
  • ecografia transvaginale degli organi pelvici;
  • analisi del sangue per biochimica;
  • esame del sangue per hCG (per escludere la gravidanza);
  • esame del sangue per gli ormoni tiroidei;
  • analisi del livello degli ormoni sessuali nel sangue;
  • Risonanza magnetica degli organi pelvici;
  • test di coagulazione del sangue;
  • isteroscopia (esame dell'utero);
  • dopplerografia di vasi genitali;
  • analisi della raschiatura istologica.

Come smettere di sanguinare

Se il sangue viene rilasciato intensivamente, non aspettare una visita programmata alla clinica prenatale, e immediatamente eseguire una serie di misure volte a ridurre la perdita di sangue.

Ecco una lista di cosa fare:

  • applicare freddo all'addome inferiore (impacco di ghiaccio o bottiglia di acqua calda). Tenere l'impacco per 10 minuti, avvolgerlo in un asciugamano in anticipo, fare una pausa in 5 minuti e riapplicare il freddo. La durata della procedura è fino a 2 ore;
  • assicurare il flusso di sangue (mettere un rullo di un asciugamano sotto il bacino);
  • fornire un sacco di bevande calde (miglior tè dolce, bevanda alla frutta, glucosio);
  • bere farmaci emostatici (a condizione che non vi siano malattie del sistema cardiovascolare);
  • se l'abbondanza non è ridotta, chiama un'ambulanza e vai all'ospedale.

Dopo che la causa della perdita di sangue è stata determinata, una decisione sul successivo algoritmo terapeutico sarà presa sotto la supervisione di un medico. Forse ha anche bisogno di un intervento chirurgico.

Il trattamento con la chirurgia

Il metodo chirurgico non è il metodo più popolare per il trattamento del sanguinamento, ma in alcuni casi non è sufficiente senza di esso. Ad esempio, con perdita di sangue uterina.

Comporta un curettage diagnostico separato dell'utero per studiare l'endometrio e il raschiamento dal collo all'istologia. Aiuta ad eliminare il cancro uterino.

Dopo il curettage, il medico conduce necessariamente la terapia. volto a prevenire il ripetersi di sanguinamento.

Uso di farmaci

Se il metodo chirurgico non è richiesto, i farmaci vengono utilizzati per fermare il sanguinamento ed eliminare la causa del suo verificarsi.

Ad esempio, i contraccettivi orali combinati sono prescritti:

Per la terapia sintomatica, le compresse emostatiche sono prescritte:

L'ossitocina è anche efficace nelle iniezioni (riduce l'utero).

Assegna obbligatorio:

  • preparati contenenti ferro (Maltofer, solfuro di ferro);
  • complessi vitaminici (Vitrum, Alphabet, Complivit);
  • vitamine B12, B6 e C;
  • acido folico.

Prevenzione dei rimedi popolari

Dopo la diagnosi e il trattamento di successo del sanguinamento, dovrebbe essere la prevenzione del loro ulteriore aspetto.

Questo può essere fatto con l'aiuto di noti rimedi popolari:

  • Rowan e menta (mix bacche di sorbo e menta piperita lascia in proporzioni uguali (5 g), versare tazza di acqua bollente per mezz'ora sotto la copertura, invece di bere il tè 2-3 volte al giorno fino al recupero);
  • Achillea e ortiche (25 g di foglie di ortica e fiori achillea preparare una tazza di acqua bollente, portano un paio d'ore, 2 cucchiai brodo diluito con 200 ml di acqua bollente e bere 2 volte al giorno a stomaco vuoto almeno 10 giorni);
  • buccia d'arancia (buccia a bollire con 4 arance in un litro di acqua bollita allo stato, ma ci sarà una terza liquido aggiungere lo zucchero, bere 10 cucchiaini tre volte al giorno per prendere alla fine del sanguinamento..);
  • sacchetto del pastore (preparare un cucchiaio di materia prima con un bicchiere di acqua bollente, riposare per un'ora, filtrare, bere 1 cucchiaio 3 volte al giorno per 3 giorni a stomaco vuoto);
  • arnica montana (versare 250 ml di vodka con 25 g di fiori di arnica, lasciare in un luogo buio e fresco per una settimana, prendere 25 gocce, bere acqua fino all'arresto del sanguinamento);
  • cardamomo (semi secchi a fuoco lento, e poi ridotti in polvere in una miscela mortaio con brodo riso in un rapporto di 10: 1 e bere per una settimana al mattino a stomaco vuoto.);
  • peonia (semi di pion 50 g, versare 0,5 litri di vodka, insistere per 2 settimane, filtrare con un setaccio, prendere 15-20 gocce 3 volte al giorno prima dei pasti).

Tutti i mezzi presentati non sono solo efficaci, ma anche non costosi, il che rappresenta un vantaggio significativo.

conclusione

Vale la pena ricordare che la menopausa è un fenomeno naturale, accompagnato da una massa di sensazioni spiacevoli. Alcuni di loro possono essere la norma - aumento della sudorazione, secchezza e nervosismo. Altri - la profusione di secrezioni scarlatte e dolore, - richiedono urgentemente un parere esperto.

Per alleviare i sintomi in attesa di cure mediche, è sufficiente utilizzare i suggerimenti sopra riportati per ridurre la perdita di sangue.

Non è necessario salvare la tua salute indefinitamente, perché prima viene identificato il problema, prima sarà risolto.

Video utile

Il video parla del primo soccorso per il sanguinamento uterino:

Tipi e principali cause di sanguinamento uterino durante la menopausa

Il climax è un processo naturale associato alla fine del periodo fertile. Alcune donne lo percepiscono come un "addio ai giovani", reagiscono in modo acuto ai sintomi, sperimentano depressione. Un'altra categoria di donne ritiene che non si debba prestare attenzione alle sensazioni e alle deviazioni che si presentano, poiché tutto andrà via via da solo. Non andare agli estremi. La salute deve essere trattata attentamente. Il sanguinamento uterino durante questo periodo è più spesso un segno di malattia, e sono entrambi benigni e maligni.

Quando l'aspetto del sanguinamento uterino non è considerato un'anomalia

Non è considerata un'anomalia se il sanguinamento durante la menopausa si verifica nei seguenti casi:

  • durante la premenopausa;
  • in caso di prolungamento artificiale della premenopausa;
  • durante l'uso di contraccettivi orali o dispositivo intrauterino per proteggere da gravidanze indesiderate durante la menopausa e la menopausa.

Raccomandazione: finché arriva la mestruazione, è possibile che si verifichi una gravidanza accidentale, la donna deve essere protetta. In caso di sanguinamento, è necessario visitare un medico e consultare il metodo di sostituzione della contraccezione.

Il climax inizia nelle donne dopo 40-45 anni. In questo caso, il sanguinamento mestruale non scompare immediatamente. I cambiamenti climaterici nel corpo passano attraverso diverse fasi.

Premenopausa. Dura per 2-5 anni. In questo caso, le mestruazioni appaiono, ma diventano irregolari, l'intensità della scarica ematica cambia. La ragione sono i cambiamenti ormonali legati all'età, le anomalie negli organi del sistema endocrino.

La menopausa è un periodo senza mestruazioni. Se il mensile non compare entro un anno, si considera che siano scomparsi completamente. Alcune donne iniziano in questo momento (sotto la supervisione di un medico) a prendere preparazioni ormonali contenenti progesterone per prolungare la loro giovinezza. Le mestruazioni ritorna, indolore, la quantità di scarico è piccola.

Nelle donne in postmenopausa, quando le mestruazioni non durano da 1 anno, qualsiasi emorragia è patologica, specialmente se ci sono coaguli di sangue nella scarica. Durante questo periodo, l'aspetto del sanguinamento uterino non può più essere spiegato dal risultato di uno squilibrio di ormoni. A volte è l'unico sintomo indicativo del cancro. Pertanto, una visita tempestiva al medico diventa una possibilità per una donna di recuperare e persino salvare vite.

Nota: in qualsiasi fase del periodo climaterico possono verificarsi malattie che sono un sintomo di sanguinamento uterino, pertanto le donne dovrebbero sottoporsi regolarmente a esami ginecologici al fine di individuarle e trattarle tempestivamente.

Tipi di sanguinamento uterino climaterico

A seconda dell'origine, ci sono i seguenti tipi di sanguinamento uterino durante la menopausa:

  1. Organic. Sono causati sia da malattie degli organi riproduttivi femminili (ovaie, utero, vagina) e malattie associate a metabolismo improprio, interruzione delle ghiandole endocrine, fegato e organi che formano il sangue.
  2. Iatrogenico (sanguinamento uterino derivante da preparati ormonali, anticoagulanti e alcuni altri farmaci, nonché l'installazione del dispositivo intrauterino).
  3. DMK (sanguinamento uterino disfunzionale) associato a mestruazioni irregolari a causa di uno squilibrio degli ormoni nel corpo.

Il primo tipo di DMK è il sanguinamento mestruale che dura più di 7 giorni, il volume totale di scarico è superiore a 80 ml, la durata del ciclo è inferiore a 21 giorni o superiore a 40 giorni. Il secondo tipo è normale sanguinamento mestruale con un tempo di ciclo di 21-35 giorni, la durata di ogni ciclo è da 3 a 7 giorni, la perdita totale di sangue è 40-80 ml.

Video: sanguinamento uterino disfunzionale, cause, diagnosi e trattamento

Tipi di DMK

La natura delle violazioni in DMK potrebbe essere diversa. A seconda di ciò, sono suddivisi nei seguenti tipi:

  1. Ipermenorrea (menorragia) - le mestruazioni si verificano regolarmente, ma dura più di 7 giorni, la quantità totale di sangue secreto è superiore a 80 ml.
  2. Metrorragia - sanguinamento irregolare debole che si verifica tra le mestruazioni.
  3. Menometrorragia: sanguinamento uterino irregolare della durata di oltre 7 giorni.
  4. Polimenorrea - frequenti periodi regolari con un intervallo non superiore a 21 giorni.

Le ragioni della violazione della durata e della profusione di sanguinamento durante la menopausa possono essere cambiamenti nello stato del sistema vascolare e disturbi emorragici, nonché una violazione della struttura dell'endometrio (rivestimento uterino).

Cause di sanguinamento con menopausa

Le cause di sanguinamento uterino in menopausa sono i cambiamenti ormonali naturali che si verificano in relazione all'invecchiamento del corpo. Inoltre portano a disturbi ormonali anormali che appaiono in varie malattie, l'uso di ormoni e alcuni altri farmaci o contraccettivi.

I cambiamenti della menopausa, accompagnati da disturbi mestruali e MQD, alcune donne compaiono già dopo 35 anni. Il motivo potrebbe essere un esordio precoce della prima mestruazione, una lunga pausa tra la nascita, una riduzione artificiale della lattazione o il rifiuto di allattare al seno. Anche il fattore ereditario è importante. Il sanguinamento uterino in menopausa si verifica anche nelle malattie infettive, infiammatorie e neoplastiche degli organi riproduttivi.

Mioma uterino

Questo è un tumore benigno che si verifica nello strato muscolare dell'utero. A causa del fatto che la struttura dei muscoli è disturbata, l'utero non può contrarsi normalmente. Nel periodo precedente la menopausa, questa malattia si verifica soprattutto spesso. Questa è la ragione del cambiamento nella solita natura delle mestruazioni. Diventano abbondanti, durano 10 giorni. Si verificano regolarmente Compare la menorragia. Di norma, il tumore cresce fino alla fine della menopausa, e quindi la crescita si arresta.

Polipi endometriali

Neoplasie di natura benigna, la cui causa è la proliferazione focale della mucosa dell'utero (endometrio). È una conseguenza di cellule endometriali, con una gamba che la collega al muro. La gamba è trafitta dai vasi sanguigni, facilmente lesionata, che porta alla comparsa di sanguinamento irregolare. Un polipo può essere uno o più. Il pericolo della malattia sta nel fatto che le cellule polipo sono spesso rinate in cellule cancerose.

Iperplasia endometriale

Eccessiva crescita eccessiva e ispessimento dell'endometrio, causato da un eccessivo aumento dei livelli di estrogeni. Normalmente, dopo l'ovulazione (il rilascio di un uovo maturo dal follicolo), il livello di estrogeni responsabile della preparazione dell'endometrio ad accettare un ovulo fecondato dovrebbe diminuire. Questo aumenta il livello di progesterone, fermando la sua crescita. Quindi una gravidanza si verifica quando la mucosa assicura l'embrione nell'utero o le mestruazioni (completo rigetto e rimozione dell'endometrio).

Quando la menopausa si verifica spesso con insufficienza ormonale. Allo stesso tempo nella premenopausa appaiono periodi troppo lunghi e abbondanti. Nel periodo della menopausa dopo l'assenza delle mestruazioni per 4-6 mesi, possono comparire scarichi sanguinolenti di vario genere. Nelle donne in postmenopausa, quando non ci sono le mestruazioni, compaiono emorragie pesanti o scarse di varia durata.

Endometriosi (adenomiosi)

Germinazione dell'endometrio nella parete dell'utero, nonché crescita negli organi adiacenti (ovaie, tube di Falloppio, vagina, intestino e altri). Se il processo non viene interrotto nel tempo, può verificarsi una degenerazione maligna dei tessuti interessati. Per questa malattia è caratterizzata dalla comparsa di metrorragia (sanguinamento intermestruale), accompagnata da dolore.

Disfunzione ovarica

Disturbi della produzione di ormoni nelle ovaie a causa di malattie infiammatorie o disturbi endocrini nel corpo. Nel periodo di premenopausa con una tale patologia, le mestruazioni si verificano casualmente, con intensità variabile.

Cancro uterino

La malattia è spesso asintomatica. Pertanto, l'aspetto anche del sanguinamento più lieve durante la menopausa dovrebbe allertare la donna. Le macchie sono sia abbondanti che lenitive. La probabilità che la causa del sanguinamento sia il cancro è particolarmente grande nel periodo postmenopausale.

Video: cause di sanguinamento uterino premenopausale, esame e trattamento

Sintomi di sanguinamento che richiedono una visita urgente dal medico

Con la comparsa di sanguinamento prolungato, eccessivamente pesante, la presenza di coaguli nella scarica, la presenza di sensazioni dolorose nell'addome inferiore, nella parte bassa della schiena, è urgente consultare un medico. Segni di anemia (pallore della pelle, vertigini, mal di testa, debolezza, nausea) dovrebbero destare particolare preoccupazione. Il motivo per il sondaggio è il sanguinamento tra le mestruazioni, così come dopo il rapporto sessuale.

diagnostica

Per rilevare le malattie dell'utero e delle ovaie, viene eseguita un'ecografia degli organi pelvici, un esame del sangue biochimico per valutare il funzionamento del fegato, del pancreas e un esame del sangue per gli ormoni tiroidei. Il livello degli ormoni sessuali nel sangue è determinato. L'isteroscopia viene utilizzata per esaminare la cavità uterina, che consente di esaminare la raschiatura del tessuto endometriale e la risonanza magnetica.

Modi per trattare il sanguinamento uterino

Dopo aver individuato le cause di sanguinamento inusuale durante la menopausa, viene prescritto un trattamento farmacologico o chirurgico della malattia di base. Se la causa del sanguinamento uterino è l'insufficienza ormonale, la terapia sostitutiva viene eseguita utilizzando farmaci contenenti ormoni o sopprimendo la loro produzione, così come i farmaci che aumentano la coagulazione del sangue.

Per eliminare il sanguinamento nel mioma uterino, la resezione (escissione) o l'ablazione con ultrasuoni (evaporazione utilizzando un impulso ultrasonico ad alta frequenza) viene eseguita. Viene anche utilizzato il metodo di embolizzazione delle arterie uterine (viene introdotta una sostanza speciale che blocca la circolazione del sangue). In questo caso, l'emorragia si ferma immediatamente e il mioma, privo di cibo, scompare.

Nel trattamento dell'iperplasia endometriale vengono utilizzati vari metodi di combustione (azoto liquido, corrente elettrica ad alta frequenza) e distruzione dell'endometrio mediante radiazione laser o radiofrequenza. Per rimuovere l'endometrio incolto, polipi singoli o multipli nella cavità uterina, il curettage viene utilizzato nel canale cervicale, seguito dall'esame istologico del tessuto rimosso per determinare la natura benigna o maligna della patologia.

Nell'adenomiosi, viene eseguita la resezione dell'area interessata della parete uterina o l'ablazione ecografica. Se è impossibile rimuovere parzialmente i tessuti danneggiati a causa della vasta area della lesione, la trasformazione maligna, l'utero è completamente rimosso. Per prevenire il sanguinamento ricorrente, vengono prescritti farmaci ormonali.