Adenomiosi ed endometriosi

Igiene

Abbastanza spesso, i pazienti che sviluppano una crescita eccessiva dell'endometrio o dell'epitelio interno della cavità uterina all'interno dell'utero hanno una diagnosi come "endometriosi" e talvolta i ginecologi diagnosticano loro "adenomiosi".

In medicina, parole molto simili a volte possono avere significati completamente diversi. In alcuni casi, due parole diverse possono indicare una diagnosi molto simile. Tratteremo questi due termini: adenomiosi ed endometriosi. Cosa significano queste diagnosi e qual è la differenza tra adenomiosi ed endometriosi?

Per prima cosa devi affrontare la fine di queste diagnosi, vale a dire la fine del "-toz". È così che terminano le diagnosi, che designano malattie di natura non infiammatoria, ma indicano la presenza di un eccesso di un qualche tipo di tessuto o di una certa sostanza.

La fine di "-goz" indica la presenza di ricchezza, una quantità maggiore di qualcosa. Pertanto, la diagnosi di "amiloidosi" parla dello sviluppo di una proteina amiloide patologica, il noto termine "osteocondrosi" parla di una crescita eccessiva di tessuto che comprime i dischi intervertebrali, il verificarsi di osteofiti e la violazione del trofismo della cartilagine.

In ginecologia, la diagnosi di endometriosi, ovviamente, indica una proliferazione patologica ed eccessiva dell'endometrio, il tessuto che riveste la cavità interna dell'utero.

endometriosi

Nell'endometriosi, l'endometrio cresce dall'utero. Questa posizione dell'endometrio in un luogo insolito è chiamata posizione ectopica, o "posizione al di fuori della normale localizzazione". L'endometriosi è una malattia piuttosto grave.

Non ci sarebbe niente di particolarmente brutto riguardo alla semplice diffusione di qualsiasi tessuto se questa crescita non è tumorale. Quindi, c'è l'ipertrofia, per esempio, i muscoli negli atleti sotto carico, e questa crescita è abbastanza giustificata. Con l'endometriosi, non c'è crescita del tumore, ma tutto il danno risiede nel fatto che l'endometrio è un tessuto estremamente irrequieto. La sua mensilità, a causa di un cambiamento nel background ormonale di una donna, viene respinta.

Nel caso in cui l'endometrio si trovi nella sua posizione normale, nello strato interno dell'utero, i suoi resti trovano tranquillamente una via d'uscita naturale, poiché le mestruazioni non sono altro che residui dell'endometrio.

Nello stesso caso, se l'endometrio si trova in un luogo che non ha comunicazione con l'ambiente esterno, possono verificarsi varie complicazioni. Queste sono cisti endometrioidi o al cioccolato. Come ogni cisti, possono rompersi spontaneamente, e il fluido contenuto in essi può essere una fonte di infezione del peritoneo, della vescica e di altri organi. Esiste anche un'endometriosi oculare, ma questa è una delle rare localizzazioni.

Tale crescita dell'endometrio si chiama iperplasia o un aumento del numero cellulare di elementi di qualsiasi tessuto, in questo caso l'epitelio dell'utero. Cos'è l'adenomiosi? Adenomiosi Cosa c'è di diverso dall'endometriosi?

adenomiosi

Se obbedisci attentamente a questa parola, puoi vedere che la diagnosi consiste di tre parti: "adeno" + "myo" + "(o) s". Questo termine si riferisce alla crescita eccessiva del tessuto ghiandolare e nella sua seconda parte si riferisce al tessuto muscolare, poiché il termine "mio" (miosite, miometrio, miologia) ha a che fare con i muscoli.

In questo caso, stiamo parlando di una varietà di endometriosi. E in prima approssimazione, i pazienti che hanno l'endometriosi o l'adenomiosi uterina possono ritenere di soffrire della stessa malattia solo se il medico usa il termine adenomiosi, quindi con maggiore precisione parla della localizzazione dell'endometrio in un luogo insolito.

In questo processo, l'endometrio si riversa all'interno della parete dell'utero e germoglia il confine tra sé e i muscoli dell'utero. Nell'adenomiosi, l'endometrio è semplicemente "assorbito". E l'utero, come ogni organo, inizia a reagire a questa invasione.

Di conseguenza, vi è un sigillo della zona muscolare attorno ai fuochi dell'endometrio impiantato, questo sigillo e ispessimento è progettato per compensare il progresso e sospendere questo processo. Poiché il muscolo aumenta e l'utero stesso aumenta, con l'adenomiosi, un aumento dell'utero è un sintomo caratteristico.

Segni di

Qual è la differenza tra adenomiosi e endometriosi? Il fatto che non l'endometriosi sia accompagnato da periodi lunghi e dolorosi. Le mestruazioni possono solo causare quei focolai di endometriosi che si trovano all'interno dell'utero e comunicare con il canale cervicale. Nello stesso caso, se ci sono focolai di endometriosi, per esempio nell'ovaio, non ci saranno mestruazioni dolorose e pesanti, naturalmente, a condizione che non sia nell'utero.

E per l'adenomiosi, una mestruazione così lunga, oltre una settimana, è caratteristica. Sono così abbondanti che spesso compaiono grumi sanguinosi, e nel giro di pochi giorni prima e dopo il processo mestruale si possono verificare vari sanguinosi scarichi di un carattere sanguinante.

Anche il sanguinamento tra le mestruazioni e varie scariche improvvise nel mezzo del ciclo ovarico non sono esclusi. L'adenomiosi grave può portare ad anemia, una diminuzione del livello di emoglobina nel sangue, così come una sindrome da dolore piuttosto grave.

Il dolore di solito indica l'inizio del rigetto del solito endometrio normalmente funzionante, ma profondamente situato tra i muscoli dell'utero. Questo è ciò che provoca dolore. Si verifica 3-4 giorni prima dei "giorni critici" e rimane lo stesso periodo di tempo dopo il loro completamento. Di conseguenza, risulta che una donna affetta da adenomiosi trascorre quasi la metà della sua vita con un dolore addominale.

In conclusione, va detto che c'è una differenza tra adenomiosi e endometriosi, ma è improbabile che il paziente abbia una grande importanza. Dopo tutto, la posizione anormale del tessuto dove non dovrebbe essere, causa gravi problemi nel corpo.

Qualcos'altro può portare all'anemia, alla sterilità e persino all'emergere di patologia chirurgica acuta. Per evitare la comparsa di tali malattie, è necessario sottoporsi a un esame tempestivo da parte di un ginecologo e superare tutti i test necessari. Ricorda che la tua salute e la salute delle generazioni future sono nelle tue mani.

Endometriosi dell'utero (adenomiosi)

Endometriosi dell'utero (adenomiosi)


L'adenomiosi è una forma di endometriosi genitale in cui si trovano eterotopie di tessuto endometriotico nel miometrio.


Macroscopicamente, l'endometriosi dell'utero si manifesta con un aumento dell'utero, iperplasia del miometrio dovuto alla parete cellulare. Nell'area dell'endometriosi è anche possibile la comparsa di cavità cistiche con contenuto emorragico o la formazione di elementi nodali con predominanza del tessuto endometriotico stromale.


L'endometriosi dell'istmo e il corpo dell'utero (adenomiosi) possono avere un carattere diffuso, focale o nodulare. Ci sono 4 fasi di disseminazione dell'endometriosi interna dell'utero (adenomiosi), a seconda della profondità di invasione dell'endometrio nello spessore dello strato muscolare (B.I. Zheleznoe, A.N. Strizhakov, 1985; L.V. Adamyan, V.I. Kulakov, 1998).

Fase I - la sconfitta della mucosa al miometrio.

Fase II: sconfitta fino alla metà dello spessore del miometrio.

Stadio III - lesione dell'endometrio a copertura sierosa.

Stadio IV - sconfitta del peritoneo parietale.


Quadro clinico Il principale sintomo di adenomiosi è l'algomenorrea. La sindrome del dolore si sviluppa gradualmente; Il più pronunciato nell'endometriosi è il dolore nei primi giorni delle mestruazioni. quando si verifica il rigetto della mucosa uterina (desquamazione endometriale). Dolori gravi possono verificarsi quando l'istero dell'utero, i legamenti sacro-uterini sono interessati e nell'endometriosi del corno uterino supplementare.


Al fine di determinare la localizzazione dell'endometriosi, viene presa in considerazione l'irradiazione del dolore: se gli angoli dell'utero sono colpiti, il dolore viene dato alla regione inguinale corrispondente e, con endometriosi, all'utero dell'istmo, nel retto o nella vagina. Di norma, con la fine delle mestruazioni, le sensazioni dolorose scompaiono o si indeboliscono significativamente.


La funzione mestruale è compromessa dal tipo di menometro. Le mestruazioni possono essere abbondanti e prolungate (iperpolimenorrea), inoltre, la comparsa di una prima scarica di sangue scuro scuro 2-5 giorni prima delle mestruazioni e 2-5 giorni dopo è patognomonica. Con forme comuni di adenomiosi, il sanguinamento uterino può unirsi alla menorragia durante il periodo intermestruale (metrorragia).


A causa della menomazione e della metrorragia in pazienti con adenomiosi, l'anemia post-emorragica e tutte le manifestazioni associate a perdita di sangue cronica si sviluppano: debolezza crescente, pallore o gonfiore della pelle e delle membrane mucose visibili, aumento della fatica e sonnolenza, riduzione della valutazione critica della loro malattia.


Diagnosi. Dopo l'anamnesi e l'esame obiettivo, viene eseguito un esame ginecologico. che è più informativo alla vigilia delle mestruazioni. A seconda della gravità dell'adenomiosi, la dimensione dell'utero può essere nel range di normalità o corrispondere a 5-8 settimane di gravidanza. Alla palpazione, la consistenza dell'utero è densa, con una forma nodulare, la sua superficie può essere irregolare. Alla vigilia e durante le mestruazioni, la palpazione dell'utero è dolorosa.


Con la sconfitta dell'istmo dell'utero segnò la sua espansione, l'aumento della densità e della tenerezza durante la palpazione, specialmente nell'area dell'attaccamento dei legamenti sacro-uterini. Il dolore è espresso il giorno prima, durante e dopo le mestruazioni. Inoltre, spesso con la sconfitta dell'istmo dell'utero, vi è una restrizione della mobilità dell'utero e un aumento del dolore quando l'utero si mescola in avanti.


Ecografia ad ultrasuoni. L'ecografia con l'uso di sensori transvaginali viene utilizzata per una valutazione dettagliata dei cambiamenti strutturali nell'endometrio e nel miometrio, l'accuratezza della diagnosi di endometriosi supera il 90%.


L'ecografia più informativa nella seconda fase del ciclo mestruale (il 23-25 ​​° giorno del ciclo mestruale).


I comuni segni ecografici di adenomiosi sono un aumento della dimensione antero-posteriore dell'utero, aree di maggiore ecogenicità nel miometrio, piccole inclusioni anecoiche arrotondate (fino a 0,2-0,6 cm). La forma nodale dell'endometriosi si riflette nei sonogrammi da una zona di maggiore ecogenicità, rotonda o ovale.


forme con contorni uniformi e sfocati, in alcuni casi con piccole inclusioni anecoiche. La testa di adenomia differisce dai fibromi in assenza di pseudocapsule e contorni sfocati. Nella forma focale dell'adenomiosi, la componente cistica prevale nella zona interessata con compattazione perifocale, irregolarità e contorni frastagliati nella zona interessata.


Per aumentare l'informatività degli ultrasuoni nella diagnosi delle forme iniziali di endometriosi, viene utilizzata l'idrosonografia. Nell'adenomiosi vengono rilevate strutture tubulari anecogene di 1-2 mm di diametro che si estendono dall'endometrio al miometrio. Nello strato basale dell'endometrio si osservano piccole inclusioni ipoecogene (1-2 mm). Lo spessore dello strato basale dell'endometrio non è uniforme, negli strati subepiteliali del miometrio si evidenziano alcune aree di maggiore ecogenicità (4 mm).


Il contenuto informativo di isterosalpingografia radiologica con endometriosi raggiunge l'85%. Nelle radiografie, l'area dell'utero viene ingrandita, vengono determinate la deformazione e i bordi frastagliati del contorno dell'utero. Per aumentare la precisione dello studio, è necessario curare la mucosa uterina alla vigilia delle mestruazioni. Dopo la rimozione dello strato funzionale dell'endometrio durante il contrasto, i movimenti eterotopici endometrioidi vengono riempiti, il che consente di ottenere ombre di contorno per l'adenomiosi.


Il valore diagnostico dell'isteroscopia varia dal 30 al 92%. I segni isteroscopi di adenomiosi dipendono dalla sua forma e dalla sua gravità. V. G. Breusenko et al. (1997) hanno proposto una classificazione isteroscopica dell'adenomiosi:

Fase I: il rilievo delle pareti non è cambiato, i passaggi endometriotici sono determinati sotto forma di "occhi" blu scuro o sanguinamento aperto. Le pareti dell'utero quando si raschia la densità normale.

Stadio II: il rilievo delle pareti dell'utero è irregolare, ha l'aspetto di creste longitudinali o trasversali o tessuto muscolare fibroso, i passaggi endometrioidi sono visibili. Le pareti dell'utero sono rigide, l'utero non è estensibile. Quando raschiare il muro dell'utero è più denso del solito.

Stadio III: sulla superficie interna dell'utero, vengono determinate protrusioni di varie dimensioni senza contorni distinti. Sulla superficie di queste protuberanze, talvolta sono visibili passaggi endometriali aperti o chiusi. Durante la raschiatura si percepiva una superficie irregolare del muro, nervature; le pareti dell'utero sono spesse, si sente uno scricchiolio caratteristico.


Segni di adenomiosi cervicale. rilievo irregolare della parete uterina a livello della faringe interna e passaggi endometriali, da cui il sangue scorre in un rivolo.


Questa classificazione consente di determinare la tattica del trattamento. L'assenza di segni endoscopici di adenomiosi non esclude i focolai e i nodi di adenomiosi nelle parti interstiziali e secondarie del miometrio.


Il valore diagnostico della risonanza magnetica supera il 90%. La diagnosi si basa su un aumento della dimensione antero-posteriore dell'utero, che identifica la struttura spugnosa del miometrio con una forma diffusa e una deformità nodale con forme focali e nodulari di adenomiosi.

Adenomiosi (endometriosi del corpo dell'utero)

L'adenomiosi (o endometriosi del corpo uterino) è una forma di endometriosi in cui il tessuto endometriotico (le sue eterotopie sono foci localizzati in modo anomalo) si verifica nel miometrio. Per chiarimenti, presentiamo un diagramma e consideriamo l'anatomia dell'utero:

L'utero consiste di: la cervice, l'utero e le tube di Falloppio. Nell'argomento "adenomiosi", è molto importante considerare la struttura del corpo dell'utero. Consiste nell'endometrio (la membrana mucosa dell'utero - è il suo rigetto ed è accompagnato da sanguinamento durante le mestruazioni, l'uovo fecondato è impiantato qui), miometrio (la sua membrana muscolare, che si estende durante la gravidanza, permettendo all'organo di aumentare molte dozzine di volte) e perimetria (esterno, membrana sierosa - è una continuazione dei fogli peritoneali dalla vescica). L'endometrio consiste in due strati fondamentalmente diversi: funzionale - quello che esfolia alla fine di ogni periodo e lo strato basale, che provoca la formazione di un nuovo strato funzionale e, di conseguenza, causa l'inizio del mese successivo. Lo strato funzionale è rappresentato da un singolo strato di cellule, simile a cilindri di forma (epitelio cilindrico), tra cui si trovano le cellule ghiandolari (producono il muco necessario) e i rami finali delle arterie a spirale piccola, in una varietà di qui localizzata.

L'endometriosi è una malattia caratterizzata dalla comparsa di tessuto simile all'endometrio, al di fuori dello strato mucoso dell'utero, cioè fuori dalla posizione normale dell'endometrio. La presenza di tale tessuto tra le fibre muscolari dello strato muscolare uterino è naturalmente una patologia, che si chiama endometriosi dell'utero o adenomiosi. Perché sta succedendo questo?

Cause di adenomosi

Ci sono molte teorie che cercano di spiegare la causa dell'endometriosi e dell'adenomiosi in particolare. Elenchiamo il più comune:

1. Teoria di impianto - i fuochi dell'endometriosi si formano come conseguenza del sangue che viene gettato attraverso le tube di Falloppio nella cavità addominale, che in qualche misura si verifica sempre quando le mestruazioni sono normali. Questa teoria spiega bene la causa della cosiddetta endometriosi extragenitale, quando le lesioni tissutali si trovano su altri organi, ma non spiega il suo aspetto nel tessuto miometriale (lo strato muscolare dell'utero).

2. La teoria della metoplasia dell'epitelio celomatico - secondo esso, i fuochi dell'endometriosi sono formati dai resti del tessuto embrionale, che non ha subito regressione durante la formazione dei tessuti.

3. Induzione - sviluppa la precedente e dimostra la possibilità della formazione di focolai di endometriosi sotto l'influenza di vari fattori avversi.

La seconda e la terza teoria possono in qualche modo spiegare l'insorgenza dell'endometriosi dell'utero, specialmente quando viene rilevata in pazienti giovani, ma non c'è conferma sperimentale di questa teoria. Oltre a queste teorie, ce ne sono molte altre: la teoria della deficienza genetica, delle prostaglandine, ecc. Tuttavia, nessuna delle teorie di oggi è completamente provata e nessuna delle teorie può spiegare completamente questo processo patologico.

È anche necessario specificare brevemente i fattori di rischio per adenomiosi:

1. Infezioni del tratto urinario, comprese le infezioni a trasmissione sessuale.
2. Intervento intrauterino
3. Lesioni e lesioni, in particolare durante il parto
4. Violazione di background ormonale
5. Fattore genetico

Alcuni punti dovrebbero essere enfatizzati: l'adenomiosi compare più spesso nelle giovani donne in età fertile; l'adenomiosi deve essere esclusa se la donna ha una storia di dismenorrea (periodi dolorosi), disfunzione mestruale, infertilità; la rilevazione dell'endometriosi in queste donne secondo diversi autori raggiunge il 43%. Tutte le cause sopra riportate trattano questa patologia estremamente cauta e appena possibile iniziano il trattamento con endometriosi clinicamente attiva.

Un altro punto di fondamentale importanza è che il tessuto morfologico del focus endometriotico è simile a quello del normale endometrio, ma vi sono differenze fondamentali tra loro, principalmente nella natura della crescita e della funzione.

Classificazione di adenomiosi:

L'endometriosi dell'utero può essere diffusa, focale o nodulare. Esistono 4 fasi della diffusione dell'adenomiosi, a seconda della profondità di penetrazione dell'endometrio nello strato muscolare. L'adenomiosi è suddivisa nelle seguenti fasi:

Stadio I - germinazione fino al miometrio;
Stadio II: danni alla metà dello spessore dello strato muscolare;
Fase III: sconfitta alla copertura sierosa;
Stadio IV - sconfitta del peritoneo parietale.

Sintomi di adenomiosi:

1. Algomenorrea - forte dolore durante le mestruazioni. È degno di nota in primo luogo tra gli adolescenti. L'intensità del dolore non corrisponde alla gravità del dolore. Il dolore è associato con l'infiltrazione dei tessuti (accumulo di liquido in essi) sullo sfondo di un processo infiammatorio locale, l'accumulo di sangue mestruale nelle lesioni, le aderenze nell'utero.

2. Violazioni del ciclo mestruale - un sintomo piuttosto caratteristico di adenomiosi, manifestata, di regola, da sanguinamento. Un sintomo importante è l'apparizione di individuare perdite di sangue o brunastro un giorno o due prima e dopo le mestruazioni. Inoltre, le mestruazioni normalmente fluenti possono improvvisamente diventare abbondanti, il che può portare il paziente a un grave esaurimento.

3. L'infertilità è associata principalmente a due ragioni principali: l'incapacità del normale impianto e della gestazione dell'ovulo durante un processo comune e la presenza di un'adesione pronunciata nell'utero, che alla fine porta allo stesso. Tuttavia, va sottolineato che gli autori hanno notato l'inizio della gravidanza in pazienti con endometriosi grave nel 20% dei casi.

4. Aborto spontaneo - si verifica per le stesse ragioni per cui l'infertilità si verifica durante l'adenomiosi.

5. Disturbi endocrini - di solito accompagnano l'endometriosi extragenitale, ma possono verificarsi anche nell'adenomiosi. È espresso in insufficienza del sistema hypothalamic-hypophysial-ovarico.

Corso di adenomiosi:

L'endometriosi progredisce nella maggior parte dei casi. Nel corso di 6 mesi in assenza di trattamento, il deterioramento è stato osservato nel 47% dei pazienti, il miglioramento è solo del 30%. Entro 12 mesi, il deterioramento si verifica nel 64%, la stabilizzazione in (% e miglioramento nel 27%. Regressione relativa del processo e anche parziale miglioramento dello stato si verifica durante la gravidanza - questa condizione contribuisce allo sviluppo della reazione deciduale nei foci di endometriosi e la loro riduzione.

Diagnosi di adenomiosi

Nella diagnosi di adenomiosi dell'utero, la raccolta dell'anamnesi diventa cruciale. Indirizzare il paziente alla presenza di un ciclo irregolare, spalmare la scarica sanguinante dal tratto genitale esterno, accompagnato dal dolore, dovrebbe prima suggerire che il paziente ha l'endometriosi, in particolare l'adenomiosi. Tra i principali strumenti diagnostici, oltre a raccogliere l'anamnesi, occorre osservare quanto segue:

1. A seconda della gravità del processo, la dimensione dell'utero può essere normale o corrispondere a 5/8 settimane. di gravidanza. La consistenza dell'utero è spesso densa, sebbene con un gran numero di nodi, la sua superficie può essere collinosa. Alla vigilia e durante le mestruazioni, la palpazione dell'utero è dolorosa. Possiamo notare l'espansione dell'istmo con la sua sconfitta, l'aumento della densità della cervice e il suo dolore quando viene toccato. È possibile limitare la mobilità dell'utero e aumentare il dolore quando l'utero avanza.

2. Ultrasuoni del bacino. Esame vaginale più informativo; accuratezza diagnostica superiore al 90%. Ultrasuoni più informativi nella seconda fase del ciclo mestruale (il 23-25 ​​° giorno del ciclo mestruale).
I segni di adenomiosi ad ultrasuoni sono: un aumento delle dimensioni dell'utero, aumento dell'ecogenicità del miometrio (diventa più luminoso con gli ultrasuoni), piccole inclusioni anecoiche (scure) (fino a 0,2-0,6 cm). La testa dell'adenomia è diversa dai fibromi in quanto manca di una capsula e di contorni chiari. È possibile identificare le cisti nell'area affetta, con il sigillo perifocal (circa una cisti), contorni irregolari nell'area interessata.

3. Esame radiografico. Allo stesso tempo, è visibile un'area aumentata della cavità uterina e viene determinata la deformazione dei contorni della cavità uterina. Alcuni autori suggeriscono che prima dell'esame sottoporre l'utero a separare il curettage diagnostico, quindi scattare una foto con l'introduzione di un mezzo di contrasto. Pertanto, diventa possibile valutare lo stato dei tessuti, nonché identificare le eterotopie, il contrasto li riempirà e saranno visibili sulla radiografia separatamente dagli altri tessuti. A causa della complessità e dell'elevato costo di uno studio di questo tipo, attualmente è raramente effettuato.

4. RM. Consente di valutare lo stato del tessuto miometriale, la presenza di focolai atipici. Il metodo è abbastanza informativo, tuttavia, a causa del suo alto costo, è usato raramente.

5. Isteroscopia. Il suo valore per la diagnosi di endometriosi dell'utero è difficile da sovrastimare. Diventa possibile valutare la condizione dell'endometrio e della cavità uterina nell'occhio, che nella maggior parte dei casi consente di risolvere il problema in un modo o nell'altro. Il rovescio della medaglia è la necessità di introdurre il paziente in anestesia. La classificazione isteroscopica proposta di endometriosi dell'utero:
• Fase I: le pareti non sono cambiate, i fuochi endometriotici sono determinati.
• Stadio II: le pareti dell'utero sono irregolari, le "mosse" dell'endometrio sono visibili. L'utero non è estensibile.
• Fase III: rigonfiamento nella cavità di varie dimensioni senza la definizione di contorni chiari. Sulla superficie di queste protrusioni - passaggi endometrioidi (non sempre visibili).

6. Separare il curettage diagnostico dell'utero e del canale cervicale. Spesso eseguito immediatamente dopo l'isteroscopia. Metodo informativo in cui il materiale viene inviato per l'esame istologico, che con la massima precisione sarà in grado di rispondere positivamente o negativamente alla presenza di endometriosi. Lo studio è condotto in donne che lamentano sanguinamento al di fuori delle mestruazioni, di solito oltre 40 anni. Permette anche una diagnosi differenziale tra adenomiosi e oncologia. Il rovescio della medaglia è l'anestesia.

7. La laparoscopia diagnostica - di regola, svolge un ruolo minore nella diagnosi di adenomiosi.

8. Un possibile marker biochimico del processo endometriotico può essere un aumento del livello di CA-125 (una sostanza sintetizzata dai derivati ​​dell'epitelio celomatico). Normalmente, è pari a 8-22 unità / ml e con endometriosi può aumentare fino a 95 unità / ml. Secondo alcuni autori, la specificità del metodo raggiunge l'80%, ma la sensibilità del metodo è al massimo del 20-50% al massimo. Questo metodo non ha un grande valore diagnostico.

Trattamento di adenomiosi

Poiché l'endometriosi dipende dal contenuto di estrogeni nel sangue (questo è il modo in cui la situazione migliora durante la gravidanza, quando viene creato un basso livello fisiologico di estrogeni), il suo trattamento farmacologico mira a sopprimere la secrezione di estrogeni. Il centro dell'endometriosi risponde ai cambiamenti nel livello degli ormoni sessuali in un modo simile, ma non identico, al normale endometrio. Methyltestosterone e altri farmaci androgeni (ad eccezione di danazolo), come dietilsilbestrolo, non sono attualmente utilizzati per l'endometriosi, in quanto sono inefficaci, hanno molti effetti collaterali e hanno un effetto negativo sul feto quando la gravidanza si verifica durante il trattamento.

Farmaci usati nel trattamento dell'adenomiosi:

1. Contraccettivi orali: imitano la gravidanza, causano amenorrea e reazione decidua del normale endometrio e focolai di endometriosi. Spesso, con tale trattamento, si verifica la necrosi dei fuochi dell'endometriosi e la loro completa scomparsa. Per il trattamento, è possibile utilizzare qualsiasi contraccettivo orale contenente almeno 0,03 mg di etinilestradiolo. Sono nominati in modalità continua per 6-12 mesi. La riduzione dei periodi dolorosi e del dolore nell'addome inferiore è osservata nel 60-95% dei pazienti. La frequenza della gravidanza immediatamente dopo il trattamento raggiunge il 50%. Il tasso di recidiva è del 17-18% e aumenta di anno in anno del 5-6%.

2. I progestinici sono abbastanza efficaci, ad un costo inferiore (ad esempio, danazolo). Causa atrofia dei foci endometriali. Di regola, usa i seguenti farmaci:
• Gestrinon - 1,25-2,5 mg 2 volte a settimana; inibisce la crescita dei fuochi dell'endometriosi, ma non porta alla loro scomparsa. Porta ad amenorrea medica. Mensile recuperato un mese dopo l'interruzione del farmaco.
• Dydrogesterone - 10 mg 203 volte / die
• Medroxyprogesterone - il più studiato per l'endometriosi - è usato come segue: ad una dose di 30 mg / giorno elimina il dolore; può aumentare con sanguinamento.
Gli effetti collaterali di questo gruppo di farmaci comprendono: nausea, aumento di peso. Possibile sanguinamento, per il cui sollievo vengono spesso prescritti corsi brevi di estrogeni.

3. Androgeni. Danazolo: previene la crescita di vecchie lesioni e provoca amenorrea e nuovi focolai di endometriosi. Provoca una remissione a lungo termine nell'endometriosi ed è efficace in una serie di malattie autoimmuni. Prescritto a una dose di 800 mg / die o 600 mg / die. In primo luogo, viene utilizzato in una dose di 200 mg 2 volte al giorno, quindi aumentata fino all'arrivo dell'amenorrea medica e le manifestazioni della malattia iniziano a diminuire. Questo farmaco ha gravi effetti collaterali: aumento di peso, diminuzione del desiderio sessuale, difetti estetici (acne, eruzioni cutanee). Può danneggiare le cellule del fegato, pertanto è controindicato in caso di malattie del fegato. Annullato sul verificarsi della gravidanza, poiché il rischio di virilizzazione del feto femminile (l'aspetto dei tratti sessuali maschili) è estremamente alto.

4. Analoghi di GnRH. Questi includono: leuprolelin, buserilin, nafarelin, gistrelin, goserelin, ecc. Metodo di applicazione: intranasale (gocce o spray), per via sottocutanea o intramuscolare. Il trattamento deve essere eseguito fino a raggiungere il livello di estradiolo nel siero di 20-40 pg / ml. È imperativo controllare l'etinilestradiolo nel sangue, poiché la sua ulteriore riduzione può portare all'osteoparosi. Le complicazioni comprendono: vaginite atrofica, diminuzione del desiderio sessuale e osteoparosi. Per la prevenzione dell'ultima complicazione, è necessario somministrare contemporaneamente agli estrogeni e ai progestinici. L'osteoparosi rimane un problema urgente nel trattamento di questi farmaci (il più applicabile nella bucerilina del nostro paese), poiché il trattamento dura spesso più di 6 mesi, mentre la densità ossea appena dopo 6 mesi. inizia a declinare.

Che tipo di farmaco prescrivere, decide il medico, a seconda della gravità dell'adenomiosi e della presenza di controindicazioni. Qualsiasi auto-trattamento di adenomiosi è impossibile e stupido nella sua essenza.

Trattamento chirurgico di adenomiosi

L'unico modo veramente efficace per trattare l'adenomiosi è rimuovere chirurgicamente l'utero. Sfortunatamente, quasi sempre nessun'altra operazione "conservativa" porta a una cura, inoltre, spesso contribuisce alla diffusione del processo nei tessuti vicini. È ovvio che tale trattamento deve essere effettuato secondo rigide indicazioni: la riluttanza di una donna ad avere figli o l'età del paziente, la presenza di sintomi clinici che predispongono alla chirurgia radicale, la gravità dell'adenomiosi. Rimane l'opzione di rimuovere i nodi, con le loro piccole dimensioni e piccole quantità, ma questo metodo è estremamente raro.

Prevenzione di adenomiosi

L'unico modo più affidabile per prevenire l'adenomiosi è una visita tempestiva da un medico se compaiono i sintomi sopra descritti. È richiesta una dieta speciale. Regime in base alla gravità del processo e alle condizioni del paziente.

Ostetrico, ginecologo, endocrinologo Kupatadze D.D.

Commenti

spesso cistite
uzi
utero petpoflexio
cervice 35 mm, ovulo fino a 5 mm.
la dimensione dell'utero 47x44x45mm
ecostruttura non omogenea a causa dell'eco (+) ammollo
endometrio 7 mm omogeneo.
l'utero non è deformato non espanso
dimensioni dell'ovaio destro dimensioni 26x20 struttura follicolare
la tuba di Falloppio destra non è espansa
sinistra ovaia dimensioni 30x22 struttura follicolare bodystone 15 mm
la tuba di Falloppio non è stata espansa
fluido nello spazio posteriore è, neuvel
CONCLUSIONE che conferisce endometriosi interna

IL MEDICO HA DETTO CHE COSA DEVE RIMUOVERE L'endometriosi, VERO? SCRIVI QUALI TRATTAMENTI. quale tabl.ch ormonale è stato trattato. Ti prego MI DISPIACE SCRITTO DI GRAM. ERRORI - I DEAWABLE.

Adenomiosi e endometriosi: qual è la differenza tra le malattie e ciò che è peggio per la salute delle donne

Le voci "endometriosi" e "adenomiosi" si trovano nelle cartelle cliniche dei nostri compatrioti così spesso che è desiderabile conoscere il nemico di vista.

Il termine "malattia dell'endometrio" sta diventando sempre più comune in letteratura. Questa è una delle malattie ginecologiche più misteriose e insidiose che sono difficili da trattare.

La principale manifestazione della malattia sono aree del tessuto che morfologicamente e funzionalmente assomigliano all'endometrio situato all'esterno della mucosa uterina.

Scopriamo la differenza tra l'adenomiosi uterina e l'endometriosi, che è peggiore per la salute delle donne?

Cos'è?

L'endometriosi e l'adenomiosi sono uguali o no? L'endometrio patologico cresce più spesso nello strato muscolare dell'utero (miometrio), più raramente vengono rilevate lesioni nelle tube, sulle ovaie, organi pelvici non direttamente collegati al sistema riproduttivo.

Vengono descritti casi di formazione di focolai endometriali nei polmoni e anche negli occhi.

I sintomi clinici di entrambe le malattie sono associati alla presenza di focolai patologici dell'endometrio, ma le manifestazioni esterne e le possibili complicanze della patologia dipendono dalla localizzazione della lesione.

Un sacco di tessuto endometriale funziona allo stesso modo del normale endometrio.

Nella prima metà del ciclo mestruale, quando l'endometrio si prepara per l'eventuale impianto dell'embrione, cresce anche il tessuto patologico.

Se la fecondazione non si è verificata, lo strato superiore dell'endometrio viene rifiutato e inizia il ciclo mestruale. I frammenti di tessuto insieme al sangue vengono rimossi dall'utero.

Allo stesso tempo, le formazioni patologiche cominciano a sanguinare. Se c'è un'uscita, viene versato del sangue dalla lesione, la normale mestruazione è accompagnata da un'ulteriore emorragia della localizzazione atipica.

Se il focus della patologia è chiuso, si formano accumuli interni di sangue, le cosiddette cisti "al cioccolato".

Sulle ragioni della minzione frequente nelle donne senza dolore durante la notte, leggi questo articolo.

Vuoi sapere perché la zona lombare fa male alle donne? Cerca la risposta alla domanda nella nostra pubblicazione.

adenomiosi

Quando il tessuto endometriale cresce nello strato muscolare dell'utero, l'organo aumenta di volume. Le mestruazioni abbondanti e dolorose indicano indirettamente la presenza di formazioni patologiche. Il dolore e la macchia di scarico scuro possono verificarsi al di fuori delle mestruazioni.

Come adenomiosi, le lesioni del corpo e dell'istmo dell'utero, così come le aree delle tube di Falloppio adiacenti ad esso, sono classificate.

Nella forma diffusa, la lesione cattura aree significative dell'endometrio. L'educazione focale è relativamente piccola, spesso quasi non infastidisce il paziente. Le lesioni nodali assomigliano ai fibroidi.

Nel corso della malattia, ci sono quattro fasi che differiscono nella gravità della lesione:

  1. Formazioni superficiali singole.
  2. Singole o poche neoplasie che interessano il miometrio di non più della metà dello spessore.
  3. Germinazione multipla del tessuto endometrioide di oltre la metà dello spessore del miometrio.
  4. Germinazione multipla attraverso il miometrio, che si estende agli organi più vicini.

Adenomiosi: se trattare, "Medico popolare":

endometriosi

Questo termine si riferisce alla germinazione dell'endometrio al di fuori dell'utero. La lesione può essere localizzata in qualsiasi organo, più spesso soffrono l'intestino e il sistema urogenitale.

Secondo la localizzazione delle lesioni, si distinguono le forme genitali, extragenital e miste.

Le lesioni endometrioidi del sistema genitale e di qualsiasi altro organo sono classificate come una forma mista.

Allo stesso modo, ci sono quattro fasi dello sviluppo della patologia:

  1. Singole lesioni superficiali che oggettivamente non hanno un impatto significativo sulla salute.
  2. Qualche germinazione dell'endometrio patologico nel tessuto dell'organo colpito.
  3. Numerose formazioni endometriosiche minori o singole lesioni profonde. I tumori, le cisti, le adesioni e i fuochi di un processo incendiario cronico sono formati.
  4. Il tessuto endometrioide cresce attraverso la parete dell'organo interessato, viene rilevata una lesione massiccia. La formazione di neoplasie benigne e maligne è caratteristica.

Le cause esatte della crescita dell'endometrio al di fuori dell'utero non sono installate.

Endometriosi - sintomi, cause e trattamento, circa il programma più importante:

Differenze sintomatiche

Diverse forme di malattia endometriale sono sempre accompagnate da disturbi ormonali, che viene visualizzato sul ciclo mestruale. Il ciclo si riduce notevolmente o, al contrario, si verificano ritardi nel ciclo mestruale.

Il rigetto dell'endometrio patologico è accompagnato da dolore, il sanguinamento diventa più abbondante e prolungato.

Alcuni pazienti hanno un sanguinamento intermestruale, individuando una scarica scura alcuni giorni prima o pochi giorni dopo le mestruazioni.

Possibile dolore durante il rapporto sessuale, defecazione o minzione. Alcuni pazienti hanno febbre, nausea o vomito durante le mestruazioni.

La principale differenza nelle manifestazioni cliniche è associata alla localizzazione del dolore e del sanguinamento. Con l'adenomiosi, l'utero è doloroso, in caso di diffusione del processo patologico agli organi vicini, il dolore diventa diffuso.

Altre forme di malattia endometriale manifestano morbilità nell'area di localizzazione della lesione della patologia.

Se i frammenti del tessuto endometriale possono essere espulsi, si osservano emorragie periodiche e sanguinamento nell'area corrispondente. Dolore e sanguinamento associati naturalmente a cambiamenti ciclici dei livelli ormonali.

Nei casi avanzati e gravi di adenomiosi e endometriosi, le manifestazioni di anemia si uniscono ai principali sintomi ginecologici. Entrambe le patologie spesso causano infertilità secondaria.

I sintomi e il trattamento della clamidia nelle donne sono discussi in questa pubblicazione.

Per un elenco di farmaci che possono essere prescritti per le donne con cistite, guarda nel nostro articolo.

Diagnostica differenziale

Se si sospetta una malattia endometriotica, oltre all'esame ginecologico standard, un'ecografia viene eseguita mediante una sonda transvaginale e, se necessario, un'ecografia degli organi addominali.

Inoltre, il paziente può essere assegnato:

  • isteroscopia;
  • isterosalpingografia;
  • colonscopia;
  • CT o RM;
  • esame del sangue per specifici marcatori tumorali CA-125 e SA-199.

Se le lesioni si trovano sul corpo dell'utero, nelle parti adiacenti del tubo o dell'istmo, viene diagnosticata l'adenomiosi.

Se si identificano le aree del tessuto endometriale in altri organi viene diagnosticata l'endometriosi.

trattamento

Poiché la natura di entrambe le patologie è la stessa, il trattamento viene effettuato con metodi simili: conservativo, chirurgico o combinato.

La tattica del trattamento viene selezionata individualmente, tenendo conto della localizzazione della patologia, della gravità delle lesioni, dell'età del paziente e dei suoi piani per la futura maternità.

Il ruolo principale nel trattamento medico delle patologie dell'endometrio appartiene ai farmaci ormonali. Inoltre, al paziente possono essere prescritti farmaci antinfiammatori, analgesici e immunomodulatori.

Il trattamento chirurgico dell'endometriosi e dell'adenomiosi può essere eseguito con metodo laparoscopico. Rimozione di cisti e altri tumori endometrioidi, dissezione delle aderenze.

Nelle lesioni gravi, il volume dell'intervento chirurgico può variare fino alla completa rimozione dell'utero negli ultimi stadi dell'adenomiosi.

Dire che la malattia è peggio è impossibile. Ogni singolo caso clinico e il suo esito sono molto individuali.

È importante ricordare che un atteggiamento responsabile nei confronti della propria salute è una delle condizioni chiave per la sua conservazione. Con una diagnosi tempestiva e un trattamento appropriato, lo sviluppo della malattia potrebbe interrompersi.

L'adenomiosi differisce dall'endometriosi: qual è la differenza tra loro, i sintomi delle malattie, la loro diagnosi e trattamento

Attualmente, le donne si rivolgono sempre più ai medici con disturbo dell'equilibrio ormonale.

La comparsa di disturbi ormonali è associata a uno stile di vita improprio, alla presenza di una grande quantità di stress, diete malsane, aborti, assunzione prolungata e incontrollata di pillole contraccettive ormonali e altri fattori.

Uno dei disturbi ormonali più comuni è l'adenomiosi uterina. Può procedere indipendentemente e può essere combinato con una malattia non meno comune: l'endometriosi.

Quali sono le somiglianze e le differenze tra queste due patologie? Proviamo a capirlo.

Cos'è l'adenomiosi?

Questa patologia colpisce lo strato muscolare dell'organo riproduttivo.

La causa della sua comparsa è un disturbo ormonale. Quando la concentrazione di estrogeni aumenta nel corpo di una donna, l'endometrio inizia a crescere attivamente, penetrando nello strato muscolare dell'utero. In questo caso, l'utero aumenta di dimensioni e si deforma.

L'adenomiosi può essere osservata nelle seguenti forme:

In forma focale, alcune parti dello strato muscolare sono interessate e un quadro clinico luminoso, di regola, non è osservato. Nella forma diffusa, le lesioni sono più grandi, il che comporta un forte dolore. Con una forma nodulare, piccoli noduli si formano nello strato muscolare e con adenomiosi mista, i segni di tutte le precedenti forme della malattia possono essere osservati simultaneamente.

Le fasi di adenomiosi sono le seguenti:

  • il primo stadio - la germinazione nello strato muscolare è insignificante;
  • il secondo stadio è caratterizzato da una germinazione più profonda, ma solo la metà dello strato muscolare è interessata. L'utero allo stesso tempo comincia ad aumentare un po ';
  • terzo stadio: oltre la metà delle fibre muscolari è interessata;
  • quarto stadio - l'endometrio cresce attraverso lo strato muscolare dell'utero e può colpire organi vicini che non sono nel sistema riproduttivo.

Le fasi iniziali della malattia possono essere asintomatiche, ma con la progressione della malattia, il quadro clinico diventa più luminoso. Se il sanguinamento è molto grave, il paziente può soffrire di sindrome anemica, che si manifesta in generale debolezza, vertigini, svenimenti e così via.

Cos'è l'endometriosi?

Questa patologia si manifesta in presenza di cellule endometrioidi in luoghi di localizzazione non caratteristici. Le cellule possono essere osservate sia all'interno dell'organo genitale, sia su altri tessuti e organi.

A seconda della posizione dei focolai enometrioidi, il disturbo è classificato come segue:

  • genitale - il processo patologico ha luogo nei genitali;
  • extragenital - gli organi che si trovano nelle immediate vicinanze dell'utero sono coinvolti nel processo patologico;
  • combinato - combina le caratteristiche di entrambe le forme precedenti.

L'endometriosi può verificarsi in 4 fasi:

  • il primo stadio - ci sono un piccolo numero di focolai patologici che non hanno un effetto significativo sul corpo della donna;
  • il secondo stadio - la patologia si diffonde agli strati profondi degli organi;
  • terzo stadio: si osservano vari danni agli organi: cisti, tumori, processi infiammatori;
  • quarto stadio: il danno tissutale contribuisce alla formazione di patologie benigne o maligne.
Il quadro clinico dell'endometriosi è più luminoso dei segni di adenomiosi:

  • sanguinamento dell'utero o altro organo interessato;
  • processi infiammatori che si verificano sull'organo interessato;
  • aumento della temperatura;
  • dolore durante la minzione e il contatto sessuale;
  • dolore nella localizzazione del focus patologico;
  • fallimenti nel ciclo mestruale;
  • infertilità.

Principali differenze

Qual è la differenza tra queste due patologie di questo tipo?

La principale differenza tra loro nella localizzazione dei processi iperplastici.

Per quanto riguarda il meccanismo di sviluppo della patologia, devo dire, al centro di questi disturbi sta la proliferazione dei tessuti.

Tale processo nelle donne in età fertile è considerato la norma. Durante il normale funzionamento del sistema riproduttivo, l'endometrio diventa ispessito durante il ciclo mestruale. È necessario attaccare l'ovulo alle pareti dell'utero.

Ma con l'adenomiosi, questo processo è più pronunciato del necessario. Inoltre, se la fecondazione non si verifica, l'endometrio viene normalmente rifiutato e rimosso dal corpo. Nell'adenomiosi, penetra negli strati interni dell'utero e cresce in essi.

Nell'endometriosi succede quasi la stessa cosa, con una sola differenza: i focolai patologici germinano all'esterno degli organi genitali.

Le patologie si verificano insieme?

Abbastanza spesso, l'adenomiosi è combinata con l'endometriosi ovarica.

La maggior parte degli scienziati ritiene che la causa della proliferazione del tessuto endometrioide sulle ovaie sia dovuta al fatto che il sangue mestruale, che contiene cellule endometriali viventi, viene gettato attraverso le tube di Falloppio nell'ovaio.

Quando l'endometriosi si unisce all'adenomiosi, il quadro clinico della malattia è integrato da un gruppo di sintomi aggiuntivi:

  • dolore che è permanente. È localizzato nell'addome inferiore e può anche essere somministrato all'osso sacro, al retto e alla parte bassa della schiena;
  • la sindrome premestruale è più pronunciata;
  • interruzione della vescica e dell'intestino;
  • possibile comparsa di neoplasia cistica nell'ovaio.

Qual è la differenza dei sintomi?

Sintomi tipici di adenomiosi:

  • dolore che appare pochi giorni prima delle mestruazioni e continua per diversi giorni dopo la fine;
  • individuare perdite vaginali prima e dopo le mestruazioni;
  • interruzione del ciclo mestruale;
  • cambiare la forma e le dimensioni dell'utero;
  • disagio durante il rapporto sessuale;
  • deterioramento delle condizioni generali del paziente.

Quadro clinico dell'endometriosi:

  • dolore, il più delle volte avendo un carattere permanente;
  • sanguinamento intermestruale;
  • la presenza di sangue dopo il rapporto sessuale;
  • problemi con la minzione e la defecazione;
  • con la sconfitta dei polmoni, si osserva emottisi durante le mestruazioni, il dolore, la mancanza di respiro
  • anemia post-hemorrhagic.

Cause di malattia

La scienza moderna non ha ancora capito la causa esatta di questi disturbi, ma è consapevole dei fattori provocatori che possono contribuire al loro aspetto:

  • interruzioni nell'immunità;
  • danno allo strato di tessuto connettivo, che si trova tra l'endometrio e il miometrio;
  • l'infiammazione;
  • disturbi ormonali;
  • ereditarietà;
  • inizio troppo presto o troppo tardi dell'attività sessuale;
  • formazione troppo precoce o troppo tardiva del ciclo mestruale;
  • cattive condizioni ambientali;
  • l'obesità;
  • attività fisica troppo attiva o stile di vita non attivo;
  • stress prolungato;
  • patologia endocrina.

Metodi diagnostici

La diagnosi di adenomiosi si basa sulle seguenti misure:

  • presa della storia;
  • esame ginecologico;
  • ultrasuoni;
  • isteroscopia;
  • risonanza magnetica;
  • test di laboratorio per l'anemia;
  • esame del sangue per gli ormoni.
Diagnosi di endometriosi:

  • colposcopia, che rivelerà la forma della patologia e il luogo della sua localizzazione;
  • TAC, risonanza magnetica, ecografia - consente di valutare la relazione di patologia con altri organi, nonché di battere con precisione la natura e l'estensione della patologia;
  • la laparoscopia è il metodo di ricerca più accurato e informativo;
  • isteroscopia;
  • marcatori tumorali.

Metodi di trattamento

Poiché entrambe le malattie sono ormono-dipendenti, sia l'adenomiosi che l'endometriosi possono manifestarsi da sole durante la menopausa.

In alcuni casi, i processi patologici si fermano e i fuochi della malattia diminuiscono durante la gravidanza.

Ma tali fenomeni non sono sempre osservati, e il più delle volte patologie richiedono un trattamento attento.

Pertanto, non vi sono differenze nel trattamento dell'adenomiosi e dell'endometriosi, poiché in entrambi i casi vengono utilizzati i preparati ormonali. I farmaci specifici sono selezionati individualmente e dipendono dallo stadio della malattia, così come dalla gravità del quadro clinico.

Oltre ai farmaci ormonali, il medico può prescrivere anche un ulteriore trattamento sintomatico:

  • vitamine;
  • antibiotici;
  • antidolorifici;
  • rimedi omeopatici (ad esempio, Remens);
  • medicina a base di erbe;
  • rimedi popolari.

In entrambi i casi vengono spesso prescritti farmaci antinfiammatori, immunomodulatori e vitamine.

Se una tattica conservativa non conduce a una dinamica positiva, viene prescritto un trattamento chirurgico.

C'è una differenza significativa:

  • con endometriosi, vi è la possibilità di rimozione locale dello strato patologicamente invaso, e i metodi radicali sono usati solo in casi rari e complicati;
  • Con l'adenomiosi, è sempre più difficile - i focolai patologici crescono nelle profondità dei tessuti e non c'è modo di rimuoverli localmente. Pertanto, l'organo interessato viene spesso rimosso completamente.

Conclusione e conclusioni

Se l'adenomiosi e l'endometriosi sono diagnosticati nelle prime fasi e non hanno ancora portato a conseguenze significative o irreversibili per il corpo femminile, allora le misure preventive saranno sufficienti per prevenire complicanze e trattamento sintomatico.

In questo caso, una donna può condurre una vita normale e preservare la funzione riproduttiva.

Se la malattia viene diagnosticata in ritardo, potrebbe essere necessario rimuovere gli organi di riproduzione e successivamente la donna dovrà assumere farmaci ormonali per tutta la vita.

Considerando che l'adenomiosi e l'endometriosi nelle fasi iniziali dello sviluppo non sono sempre espresse dalle manifestazioni cliniche, è necessario ricevere regolarmente esami ginecologici di routine. Questo è l'unico modo per identificare la patologia nelle prime fasi.

Dopo aver trattato l'adenomiosi o l'endometriosi, una donna dovrebbe essere regolarmente esaminata da un ginecologo per prevenire il ripetersi della malattia.

Video utile

Il video racconta le malattie ginecologiche ormono-dipendenti:

In che modo l'adenomiosi è diversa dall'endometriosi?

L'adenomiosi è una malattia in cui si verifica un'eccessiva proliferazione del tessuto uterino e si notano irregolarità mestruali. Esattamente tali cambiamenti nel corpo sono osservati nel caso di endometriosi. Entrambe le patologie si riferiscono a condizioni precancerose che possono portare alla sterilità. Nelle prime fasi di sviluppo, queste malattie sono asintomatiche, il che le rende difficili da identificare. Le differenze tra loro sono minori. Qual è la differenza tra l'adenomiosi e l'endometriosi può essere raccontata solo da un medico che conosce la morfologia e la patogenesi di questi disturbi.

Adenomiosi e endometriosi: qual è la differenza tra i concetti

La differenza tra adenomiosi e endometriosi è insignificante. Molti credono persino che questa sia la stessa malattia. Tuttavia, ciascuna delle patologie ha le sue caratteristiche.

L'endometriosi è considerata una condizione patologica caratterizzata da una maggiore divisione delle cellule endometriali e dalla loro distribuzione in tutto il corpo. Vari organi possono essere colpiti, ma la crescita è più spesso osservata nell'area pelvica.

Per adenomiosi, proliferazione e proliferazione dello strato di organi riproduttivi sono anche caratteristiche. Solo in questo caso, la germinazione dei tessuti viene effettuata nello spessore dell'utero, di conseguenza, aumenta di dimensioni.

Cause di endometriosi e adenomiosi

L'endometriosi e l'adenomiosi sono il risultato di una regolazione ormonale compromessa. Nonostante il fatto che l'attenzione patologica in queste malattie sia localizzata in diversi siti, essi hanno sintomi e patogenesi simili. Una donna avverte disagio durante il rapporto sessuale, c'è una violazione del ciclo e un cambiamento nella natura del flusso mestruale. Inoltre, gli stessi fattori possono innescare lo sviluppo di disturbi.

Le cause di queste malattie sono in violazione dell'ipofisi, dell'ipotalamo o delle ovaie. Più spesso, l'iperplasia dell'endometrio si verifica a concentrazioni elevate di estrogeni.

Differenze nel meccanismo di sviluppo di processi patologici

La base di queste patologie è la proliferazione dei tessuti. Normalmente, le pareti dell'endometrio si ispessiscono a causa dell'intensa divisione cellulare ogni mese in tutte le donne in età fertile. Nel caso dell'adenomiosi, questo processo è più pronunciato. Nel periodo di produzione intensiva di progesterone, le aree di iperplasia non scompaiono. Di conseguenza, le pareti dell'utero sono costantemente ispessite e acquisiscono una consistenza morbida. Nel periodo di approssimazione, la regolazione dello sviluppo degli ormoni sessuali femminili aumenta, l'organo genitale raggiunge la sua dimensione massima.

L'endometriosi si sviluppa sullo stesso principio. I processi differiscono solo nel fatto che con lo sviluppo di questa patologia, i fuochi si trovano al di fuori dell'utero. Sono localizzati nelle ovaie, nel peritoneo, nella cavità pelvica e talvolta si estendono anche alle articolazioni, ai polmoni e all'intestino. Tali cambiamenti portano alla comparsa di manifestazioni cliniche caratteristiche.

È impossibile dire inequivocabilmente che è peggio, quale malattia può causare più danni all'organismo. Entrambe le malattie sono provocate da disturbi ormonali e si manifestano come proliferazione patologica delle cellule endometriali.

Quali sono le somiglianze nelle malattie?

Le patologie hanno le seguenti caratteristiche simili:

  • la causa dello sviluppo è la produzione intensiva di estrogeni;
  • si verifica una crescita endometriale;
  • i preparati ormonali sono utilizzati nella fase iniziale del trattamento;
  • c'è un fallimento del ciclo mestruale;
  • in assenza di un trattamento adeguato, le patologie diventano croniche e spesso si ripresentano.

Allo stesso tempo, l'adenomiosi viene diagnosticata mediante esame istologico. Nel caso dell'endometriosi, questo metodo è inefficace.

Diagnosi di adenomiosi e endometriosi

Nella maggior parte dei casi, l'endometriosi nella fase iniziale dello sviluppo è asintomatica, motivo per cui è difficile riconoscere la malattia. Inoltre, le manifestazioni cliniche di queste patologie sono molto simili. I sintomi simili sono stati osservati in altre malattie dell'utero. Per questo motivo, viene effettuata una diagnosi differenziale.

Diagnosi di adenomiosi

Sospetto che lo sviluppo della patologia sia possibile quando si manifestano sintomi caratteristici. I principali segni di adenomiosi includono:

  • sensazioni dolorose durante l'intimità;
  • flusso mestruale abbondante;
  • dolore pronunciato durante le mestruazioni.

Inoltre, un aumento delle dimensioni dell'organo riproduttivo può essere determinato dalla palpazione. Per identificare le lesioni, viene eseguita una ecografia degli organi pelvici o della risonanza magnetica.

Forme di adenomiosi

Secondo il tipo di formazioni endometriali nell'organo interessato, si distinguono forme focali, nodulari e diffuse di adenomiosi.

Le neoplasie focali hanno dimensioni relativamente piccole e spesso non causano disagio. Nel caso di sviluppo di una forma diffusa, sono interessate aree significative dello strato uterino. Quando l'educazione nodulare è visivamente simile ai miomi.

La patologia procede in più fasi, differendo in gravità:

  • formazioni singole sulla superficie dell'endometrio;
  • lesioni che si estendono al miometrio, ma non più della metà della sua profondità;
  • numerose germinazioni di cellule endometriali nel miometrio;
  • sconfitta di tutto lo spessore del miometrio e degli organi adiacenti.

Diagnosi di endometriosi

Diagnosticare l'endometriosi è piuttosto difficile. Ciò è dovuto al fatto che il luogo di localizzazione dell'endometriosi è inizialmente sconosciuto. In una fase iniziale di sviluppo della malattia, il quadro clinico viene cancellato. Spesso si trova durante l'esame di donne che cercano assistenza medica a causa di problemi con il concepimento. I principali metodi diagnostici per l'endometriosi sono ecografia, isteroscopia e laparotomia.

Qual è la prognosi per l'adenomiosi?

Di norma, dopo l'escissione dell'area interessata dall'endometrio, la funzione riproduttiva viene completamente ripristinata. La previsione è favorevole. Gli effetti irreversibili sono possibili solo con una terapia iniziata prematura, quando sono interessate ampie parti dell'organo riproduttivo. In questo caso, ha fatto ricorso alla rimozione dell'utero.

Qual è la prognosi per l'endometriosi?

Le probabilità di un esito favorevole dipendono direttamente dallo stadio di sviluppo della malattia a cui è stato iniziato il trattamento. Con una diagnosi tempestiva e un percorso terapeutico opportunamente selezionato, il sistema riproduttivo viene completamente ripristinato.

Se i fuochi dell'endometriosi si sono diffusi ben oltre l'utero, la prognosi potrebbe essere deludente. Inoltre, questa patologia è soggetta a frequenti recidive. Per questo motivo, un approccio integrato è importante nel processo di lotta contro la malattia.

Adenomiosi ed endometriosi: la differenza nel trattamento delle malattie

L'eziologia di queste patologie è identica, per questo motivo le terapie sono simili. Ricorso al trattamento conservativo, chirurgico o combinato. Il medico seleziona le tattiche su base individuale, tenendo conto dell'entità del danno all'utero e alla cavità pelvica, alla posizione del focus patologico e all'età della donna.

La terapia farmacologica mira principalmente a normalizzare i livelli ormonali. A tal fine, il gruppo di fondi prescritto KOC. I farmaci immunomodulatori, anestetici e antinfiammatori sono usati come farmaci ausiliari. Gli interventi chirurgici vengono eseguiti mediante laparoscopia.

Se ci sono determinati fattori di rischio, il medico può prendere una decisione radicale: la rimozione dell'organo genitale. Molto spesso, tali misure sono giustificate nel processo di trattamento di stadi avanzati di patologie.

Posso rimanere incinta con endometriosi e adenomiosi

L'endometriosi e l'adenomiosi spesso causano infertilità. In caso di adenomiosi, il concepimento è possibile, ma a causa della frequente contrazione uterina c'è un alto rischio di aborto o parto in anticipo.

La gravidanza con lo sviluppo di adenomiosi e endometriosi diventa impossibile a causa di danni agli organi interni del sistema urogenitale. Spesso, questo è segnato dall'ostruzione delle tube di Falloppio e dall'inizio delle aderenze. Tali cambiamenti portano al fatto che l'uovo non è in grado di penetrare nella cavità dell'organo riproduttivo.

Uno dei principali sintomi dell'endometriosi è considerato una violazione del ciclo mestruale, causato da cambiamenti nei livelli ormonali. Di conseguenza, l'ovulazione può essere assente e la fecondazione diventa impossibile.

La ragione dello sviluppo sia dell'endometriosi che dell'adenomiosi si trova nello squilibrio ormonale e nella crescita eccessiva dell'endometrio. La differenza di queste patologie sta nel sito di localizzazione della lesione. Entrambe le malattie possono portare alla sterilità e richiedono un trattamento tempestivo.