Differenze di adenomiosi ed endometriosi

Igiene

L'adenomiosi è una malattia in cui si verifica un'eccessiva proliferazione del tessuto uterino e si notano irregolarità mestruali. Esattamente tali cambiamenti nel corpo sono osservati nel caso di endometriosi. Entrambe le patologie si riferiscono a condizioni precancerose che possono portare alla sterilità. Nelle prime fasi di sviluppo, queste malattie sono asintomatiche, il che le rende difficili da identificare. Le differenze tra loro sono minori. Qual è la differenza tra l'adenomiosi e l'endometriosi può essere raccontata solo da un medico che conosce la morfologia e la patogenesi di questi disturbi.

Adenomiosi e endometriosi: qual è la differenza tra i concetti

La differenza tra adenomiosi e endometriosi è insignificante. Molti credono persino che questa sia la stessa malattia. Tuttavia, ciascuna delle patologie ha le sue caratteristiche.

L'endometriosi è considerata una condizione patologica caratterizzata da una maggiore divisione delle cellule endometriali e dalla loro distribuzione in tutto il corpo. Vari organi possono essere colpiti, ma la crescita è più spesso osservata nell'area pelvica.

Per adenomiosi, proliferazione e proliferazione dello strato di organi riproduttivi sono anche caratteristiche. Solo in questo caso, la germinazione dei tessuti viene effettuata nello spessore dell'utero, di conseguenza, aumenta di dimensioni.

Cause di endometriosi e adenomiosi

L'endometriosi e l'adenomiosi sono il risultato di una regolazione ormonale compromessa. Nonostante il fatto che l'attenzione patologica in queste malattie sia localizzata in diversi siti, essi hanno sintomi e patogenesi simili. Una donna avverte disagio durante il rapporto sessuale, c'è una violazione del ciclo e un cambiamento nella natura del flusso mestruale. Inoltre, gli stessi fattori possono innescare lo sviluppo di disturbi.

Le cause di queste malattie sono in violazione dell'ipofisi, dell'ipotalamo o delle ovaie. Più spesso, l'iperplasia dell'endometrio si verifica a concentrazioni elevate di estrogeni.

Differenze nel meccanismo di sviluppo di processi patologici

La base di queste patologie è la proliferazione dei tessuti. Normalmente, le pareti dell'endometrio si ispessiscono a causa dell'intensa divisione cellulare ogni mese in tutte le donne in età fertile. Nel caso dell'adenomiosi, questo processo è più pronunciato. Nel periodo di produzione intensiva di progesterone, le aree di iperplasia non scompaiono. Di conseguenza, le pareti dell'utero sono costantemente ispessite e acquisiscono una consistenza morbida. Nel periodo di approssimazione, la regolazione dello sviluppo degli ormoni sessuali femminili aumenta, l'organo genitale raggiunge la sua dimensione massima.

L'endometriosi si sviluppa sullo stesso principio. I processi differiscono solo nel fatto che con lo sviluppo di questa patologia, i fuochi si trovano al di fuori dell'utero. Sono localizzati nelle ovaie, nel peritoneo, nella cavità pelvica e talvolta si estendono anche alle articolazioni, ai polmoni e all'intestino. Tali cambiamenti portano alla comparsa di manifestazioni cliniche caratteristiche.

È impossibile dire inequivocabilmente che è peggio, quale malattia può causare più danni all'organismo. Entrambe le malattie sono provocate da disturbi ormonali e si manifestano come proliferazione patologica delle cellule endometriali.

Quali sono le somiglianze nelle malattie?

Le patologie hanno le seguenti caratteristiche simili:

  • la causa dello sviluppo è la produzione intensiva di estrogeni;
  • si verifica una crescita endometriale;
  • i preparati ormonali sono utilizzati nella fase iniziale del trattamento;
  • c'è un fallimento del ciclo mestruale;
  • in assenza di un trattamento adeguato, le patologie diventano croniche e spesso si ripresentano.

Allo stesso tempo, l'adenomiosi viene diagnosticata mediante esame istologico. Nel caso dell'endometriosi, questo metodo è inefficace.

Diagnosi di adenomiosi e endometriosi

Nella maggior parte dei casi, l'endometriosi nella fase iniziale dello sviluppo è asintomatica, motivo per cui è difficile riconoscere la malattia. Inoltre, le manifestazioni cliniche di queste patologie sono molto simili. I sintomi simili sono stati osservati in altre malattie dell'utero. Per questo motivo, viene effettuata una diagnosi differenziale.

Diagnosi di adenomiosi

Sospetto che lo sviluppo della patologia sia possibile quando si manifestano sintomi caratteristici. I principali segni di adenomiosi includono:

  • sensazioni dolorose durante l'intimità;
  • flusso mestruale abbondante;
  • dolore pronunciato durante le mestruazioni.

Inoltre, un aumento delle dimensioni dell'organo riproduttivo può essere determinato dalla palpazione. Per identificare le lesioni, viene eseguita una ecografia degli organi pelvici o della risonanza magnetica.

Forme di adenomiosi

Secondo il tipo di formazioni endometriali nell'organo interessato, si distinguono forme focali, nodulari e diffuse di adenomiosi.

Le neoplasie focali hanno dimensioni relativamente piccole e spesso non causano disagio. Nel caso di sviluppo di una forma diffusa, sono interessate aree significative dello strato uterino. Quando l'educazione nodulare è visivamente simile ai miomi.

La patologia procede in più fasi, differendo in gravità:

  • formazioni singole sulla superficie dell'endometrio;
  • lesioni che si estendono al miometrio, ma non più della metà della sua profondità;
  • numerose germinazioni di cellule endometriali nel miometrio;
  • sconfitta di tutto lo spessore del miometrio e degli organi adiacenti.

Diagnosi di endometriosi

Diagnosticare l'endometriosi è piuttosto difficile. Ciò è dovuto al fatto che il luogo di localizzazione dell'endometriosi è inizialmente sconosciuto. In una fase iniziale di sviluppo della malattia, il quadro clinico viene cancellato. Spesso si trova durante l'esame di donne che cercano assistenza medica a causa di problemi con il concepimento. I principali metodi diagnostici per l'endometriosi sono ecografia, isteroscopia e laparotomia.

Qual è la prognosi per l'adenomiosi?

Di norma, dopo l'escissione dell'area interessata dall'endometrio, la funzione riproduttiva viene completamente ripristinata. La previsione è favorevole. Gli effetti irreversibili sono possibili solo con una terapia iniziata prematura, quando sono interessate ampie parti dell'organo riproduttivo. In questo caso, ha fatto ricorso alla rimozione dell'utero.

Qual è la prognosi per l'endometriosi?

Le probabilità di un esito favorevole dipendono direttamente dallo stadio di sviluppo della malattia a cui è stato iniziato il trattamento. Con una diagnosi tempestiva e un percorso terapeutico opportunamente selezionato, il sistema riproduttivo viene completamente ripristinato.

Se i fuochi dell'endometriosi si sono diffusi ben oltre l'utero, la prognosi potrebbe essere deludente. Inoltre, questa patologia è soggetta a frequenti recidive. Per questo motivo, un approccio integrato è importante nel processo di lotta contro la malattia.

Adenomiosi ed endometriosi: la differenza nel trattamento delle malattie

L'eziologia di queste patologie è identica, per questo motivo le terapie sono simili. Ricorso al trattamento conservativo, chirurgico o combinato. Il medico seleziona le tattiche su base individuale, tenendo conto dell'entità del danno all'utero e alla cavità pelvica, alla posizione del focus patologico e all'età della donna.

La terapia farmacologica mira principalmente a normalizzare i livelli ormonali. A tal fine, il gruppo di fondi prescritto KOC. I farmaci immunomodulatori, anestetici e antinfiammatori sono usati come farmaci ausiliari. Gli interventi chirurgici vengono eseguiti mediante laparoscopia.

Se ci sono determinati fattori di rischio, il medico può prendere una decisione radicale: la rimozione dell'organo genitale. Molto spesso, tali misure sono giustificate nel processo di trattamento di stadi avanzati di patologie.

Posso rimanere incinta con endometriosi e adenomiosi

L'endometriosi e l'adenomiosi spesso causano infertilità. In caso di adenomiosi, il concepimento è possibile, ma a causa della frequente contrazione uterina c'è un alto rischio di aborto o parto in anticipo.

La gravidanza con lo sviluppo di adenomiosi e endometriosi diventa impossibile a causa di danni agli organi interni del sistema urogenitale. Spesso, questo è segnato dall'ostruzione delle tube di Falloppio e dall'inizio delle aderenze. Tali cambiamenti portano al fatto che l'uovo non è in grado di penetrare nella cavità dell'organo riproduttivo.

Uno dei principali sintomi dell'endometriosi è considerato una violazione del ciclo mestruale, causato da cambiamenti nei livelli ormonali. Di conseguenza, l'ovulazione può essere assente e la fecondazione diventa impossibile.

La ragione dello sviluppo sia dell'endometriosi che dell'adenomiosi si trova nello squilibrio ormonale e nella crescita eccessiva dell'endometrio. La differenza di queste patologie sta nel sito di localizzazione della lesione. Entrambe le malattie possono portare alla sterilità e richiedono un trattamento tempestivo.

Adenomatosi e differenze di adenomiosi

Differenze di adenomiosi ed endometriosi

INFORMAZIONI GENERALI

L'endometriosi è una condizione patologica in cui cellule endometriali funzionanti (eterotopie endometriali) per varie ragioni si diffondono al di fuori della cavità uterina - nelle strutture del tratto genitale o extragenitally (peritoneo, pelle, organi interni, ecc.).

Secondo le statistiche esistenti, quasi la metà dell'intera popolazione femminile del mondo ha eterotopie endometrioidi di varia localizzazione. Allo stesso tempo, un quinto di queste donne è assolutamente asintomatico.

Lo sviluppo del processo patologico nell'endometriosi negli organi genitali femminili (sia esterni che interni) si verifica più frequentemente. In accordo con questo, l'endometriosi genitale (sessuale) è anche divisa in esterna e interna.

Il danno all'utero, parte interstiziale delle tube di Falloppio e / o del canale cervicale è chiamato endometriosi genitale interna o adenomiosi. Cioè, la differenza tra adenomiosi e endometriosi si trova solo nella localizzazione dei focolai endometriotici. E, infatti, l'adenomiosi è un caso particolare di endometriosi.

Alcuni scienziati considerano l'adenomiosi un'unità indipendente nosologica, tuttavia questa teoria è ancora in fase di ricerca scientifica.

CAUSE

L'adenomiosi e l'endometriosi hanno cause e meccanismi simili di sviluppo del processo patologico.

Attualmente, ci sono diverse teorie sulla formazione e lo sviluppo della malattia. Le principali cause di endometriosi e, in particolare, adenomiosi, sono vari disturbi nella regolazione ormonale ipotalamo-ipofisaria. Un ruolo significativo è svolto dall'ereditarietà e dai disturbi dello stato immunitario.

Ci sono molti fattori di rischio che, in combinazione con i suddetti disturbi, possono innescare lo sviluppo di reazioni patologiche nell'endometriosi.

Ad esempio, varie manipolazioni intrauterine (curettage diagnostico, aborti, uso prolungato dello IUD), menarca precoce o tardiva e menopausa, malattie infiammatorie possono servire da "spinta" per lo sviluppo di adenomiosi.

PECULIARITÀ DELL'INDOMETRIOSI WRINK

Nella struttura di tutte le localizzazioni dell'endometriosi, la lesione dell'utero si sviluppa in oltre l'80% dei casi. Questa malattia colpisce donne in età fertile.

La sua complicanza più comune è l'insorgenza di infertilità primaria o secondaria, che viene diagnosticata in più della metà di questi pazienti. E le disfunzioni mestruali che accompagnano il corso di adenomiosi e una sindrome del dolore abbastanza pronunciata spesso compromettono la qualità della vita e l'invalidità.

Per la natura dei cambiamenti nell'utero durante lo sviluppo di adenomiosi, si distinguono diverse forme di questa patologia.

Forme di adenomiosi:

La gravità delle manifestazioni cliniche, così come la scelta dei metodi di trattamento, sono direttamente correlati con lo stadio della malattia, che è causato dal grado di penetrazione delle eterotopie endometrioidi nello spessore dell'utero. Nell'adenomiosi, ci sono quattro fasi del corso. Allo stesso tempo, la prevalenza del processo patologico può essere limitata a una piccola porzione del miometrio al primo stadio e catturare quasi l'intero spessore dell'utero con una copertura sierosa al quarto.

IMMAGINE CLINICA

L'adenomiosi da endometriosi è anche diverse manifestazioni cliniche. Quindi, con l'adenomiosi, i sintomi che caratterizzano la presenza del processo patologico nell'utero vengono alla ribalta.

I principali segni di adenomiosi sono:

  • Spesso c'è disagio durante i rapporti sessuali.
  • La maggior parte delle donne sviluppa infertilità o aborto spontaneo.

    In tutte le forme di endometriosi e adenomiosi, inclusi disturbi neuropsichiatrici e autonomici, spesso si sviluppano mal di testa, labilità emotiva, sudorazione, palpitazioni, ecc.

    PRINCIPI DI TRATTAMENTO

    Esistono due aree principali di trattamento per l'endometriosi, indipendentemente dalla sua posizione: conservativa e chirurgica.

    Il principio guida del trattamento efficace della malattia è un approccio integrato, in cui vi è un impatto su tutte le parti della patogenesi del processo patologico.

    La scelta di una particolare tecnica per il trattamento dell'adenomiosi e dell'endometriosi dipende da diversi criteri, il più importante dei quali è la localizzazione e l'estensione dei focolai endometriotici. È anche importante tenere conto della presenza di complicanze, comorbilità, età e la possibilità di preservare la funzione di fertilità di una donna con il suo interesse in essa.

    Terapia conservativa:

    Il trattamento chirurgico nella maggior parte dei casi accompagna conservatore. Può essere organo conservante o radicale. Tuttavia, in caso di adenomiosi, le possibilità di trattamento chirurgico di conservazione degli organi sono limitate dalle caratteristiche della localizzazione del processo patologico.

    Le operazioni radicali dovrebbero essere eseguite secondo indicazioni rigorose, poiché la maggior parte di esse porta all'impossibilità che una donna svolga la sua funzione riproduttiva. Tali indicazioni includono, per esempio, una combinazione di adenomiosi e processi iperplastici endometriali atipici (adenomatosi).

    ADENOMATOSI E ADENOMIOSI

    I processi iperplastici dell'endometrio (HPS) sono la proliferazione (crescita) patologica del tessuto endometriale e delle ghiandole all'interno della membrana basale. L'iperplasia endometriale può essere semplice, complessa e atipica (l'adenomatosi si riferisce alle condizioni precancerose dell'utero).

    L'HPE è spesso accompagnata dall'endometriosi dell'utero. Ciò è dovuto ad alcuni comuni processi eziopatogenetici e fattori di rischio che influenzano l'insorgenza di entrambe le malattie: vari disturbi ormonali, manipolazioni intrauterine nella storia, ecc. Inoltre, entrambe le patologie sono caratterizzate da disturbi mestruali come l'iperpolimenorrea, tuttavia l'adenomatosi in una forma isolata è raramente accompagnata sindrome del dolore.

    La principale differenza tra endometriosi uterina e adenomatosi è che in quest'ultimo caso il processo patologico dell'endometrio è limitato alla cavità uterina. Allo stesso tempo, non vi è alcuna penetrazione delle cellule endometriali oltre l'endometrio, come nell'endometriosi. E con l'adenomiosi, una trasformazione atipica della struttura cellulare non ha luogo, cioè è un processo eccezionalmente benigno.

    Nella diagnosi di adenomatosi, l'esame istologico del raschiamento dall'utero è di fondamentale importanza. Con l'endometriosi dell'utero, questo metodo di ricerca non è informativo.

    Il trattamento con ormoni è leader nel trattamento di entrambe le patologie, tuttavia, le indicazioni per la chirurgia radicale per l'adenomatosi sono molto più ampie, data la frequente progressione della malattia e l'alto rischio di sviluppare una trasformazione maligna.

    PREVENZIONE E PREVISIONE

    È importante sapere che le precedenti eterotopie endometrioidi di qualsiasi localizzazione sono identificate, maggiori sono le possibilità di un trattamento efficace e la prognosi più favorevole. Con forme avanzate di endometriosi, il ripristino completo delle funzioni degli organi interessati è talvolta impossibile.

    Sfortunatamente, l'endometriosi spesso ricorre. Ecco perché il fattore decisivo nel suo trattamento è un approccio integrato obbligatorio.

    Trovato un bug? Selezionalo e premi Ctrl + Invio

    L'adenomiosi uterina è una malattia ormono-dipendente benigna caratterizzata dalla penetrazione del tessuto endometriale in altri strati uterini (muscolo, sieroso). È un tipo di endometriosi.

    adenomiosi

    Cambiamenti nel corpo durante la malattia (patogenesi)

    Considera la patogenesi della malattia. Il sistema riproduttivo femminile è rappresentato dalle ovaie, dove la maturazione dell'uovo, la formazione del corpo giallo durante l'ovulazione e la secrezione di ormoni, che "sono responsabili" della libido, i cambiamenti nel corpo durante la gravidanza, le caratteristiche sessuali secondarie, ecc. L'ovulo pronto per la fecondazione scende nell'utero attraverso le tube di Falloppio. Se il concepimento si è verificato, è fissato lì, in caso contrario, si spegne insieme con i resti della membrana mucosa durante le mestruazioni attraverso il canale cervicale e la vagina. Nella struttura del muro uterino si distinguono:

    1. Endometrio funzionale La sua struttura dipende da cambiamenti ormonali. Nella seconda fase, si allenta per facilitare l'impianto di un ovulo fecondato. Quando si verificano le mestruazioni, viene rifiutato e l'intero processo ricomincia.
    2. Miometrio - interlacciamento dei muscoli della muscolatura liscia. Il suo funzionamento assicura la contrazione dell'utero durante le mestruazioni e il parto.
    3. Tessuto connettivo sciolto superficiale che svolge una funzione protettiva.

    Cos'è l'adenomiosi uterina? Così chiamato il processo di iperplasia endometriale patologica e la sua crescita nel miometrio. È così che si differenzia dall'endometriosi, che spesso copre tutte le strutture della piccola pelvi. Tuttavia, nelle fasi successive dell'adenomiosi, è interessato anche il tessuto connettivo che copre l'utero. Quindi il processo patologico si diffonde ad altri organi.

    L'adenomiosi è una malattia cronica, i suoi sintomi possono disturbare una donna per tutta la sua vita. Con una terapia adeguata, la remissione della droga è possibile nelle prime fasi. Tuttavia, secondo le statistiche, la ripresa della patologia si verifica in oltre il 70% dei casi, che è un'indicazione per la rimozione dell'utero. A seconda dei cambiamenti fisiologici, si distinguono tali stadi di adenomiosi:

  • Proliferazione della membrana mucosa allo strato muscolare.
  • La diffusione dell'endometrio a metà dello spessore del miometrio.
  • La patologia raggiunge il tessuto connettivo.

  • Coinvolgimento nella malattia di altre strutture della cavità pelvica e del peritoneo.
  • A causa dell'iperplasia della mucosa nell'endometriosi e nell'adenomiosi e nei cambiamenti patologici nel miometrio, il sistema riproduttivo cessa di funzionare correttamente. Il ciclo mestruale è rotto, l'utero aumenta di dimensioni. Nel corso del tempo, inizia il suo graduale degrado. Tale stato serve come indicazione per la chirurgia per rimuovere un organo.

    Tipi di adenomiosi

    La classificazione della malattia si basa sui cambiamenti che si verificano nella struttura interna dell'utero. Per tutti i tipi di stadi caratteristici della patologia descritti sopra. Non c'è alcuna differenza particolare tra loro nel quadro clinico. Quindi, nella pratica ginecologica, si distinguono queste forme di iperplasia endometriale:

    // 7

  • Adenomiosi diffusa, quando nella cavità dell'organo si trovano grandi tasche piene di tessuto mucoso.
  • Tipo nodulare di adenomiosi interna. Allo stesso tempo nel miometrio si formano più nodi di varie dimensioni, pieni di sangue. Questo sarà particolarmente pronunciato prima dell'inizio delle mestruazioni.
  • Adenomiosi mista, compresa la comparsa di segni di entrambe le forme.

    È impossibile determinare tali cambiamenti durante un'ispezione di routine. Per fare questo, è necessario uno degli studi endoscopici o radiologici. In ogni fase della patologia, i sintomi descritti diventano sempre più pronunciati. A volte l'iperplasia endometriale si sviluppa in adenomioma (o adenomatosi) - un polipo da tessuto muscolare liscio e stroma nella cavità uterina.

    eziologia

    Ad oggi, le cause di adenomiosi non sono state completamente determinate. La malattia praticamente non si verifica in quelle donne che non hanno ancora partorito. Pertanto, i medici associano la patologia a cambiamenti nella parete uterina durante la gravidanza. I processi che si verificano nell'adenomiosi sono spiegati come segue:

      danno associato all'aborto strumentale, pulizia dell'utero dopo complicato travaglio, installazione di un'elica, conduzione di procedure diagnostiche;

  • disturbi ormonali, in particolare un aumento della concentrazione di estrogeni (spesso si manifesta troppo presto o, al contrario, insorgenza tardiva delle mestruazioni);
  • storia familiare gravata, poiché è dimostrato che la suscettibilità al cancro, l'endometriosi e il mioma uterino sono ereditati;
  • frequenti malattie infiammatorie e infettive del sistema riproduttivo;
  • l'insorgenza di disturbi ormonali acquisiti dovuti all'assunzione incontrollata di COC (contraccettivi orali combinati), malattie del sistema ipotalamo-ipofisario.

    Inoltre, nell'adenomiosi, i sintomi si manifestano dopo intensi sforzi fisici, depressione costante e stress. Spesso, il fattore scatenante della malattia è l'indebolimento delle difese del corpo a causa di infezioni croniche, mancanza di cibo in vitamine e minerali. Non l'ultimo ruolo nel verificarsi dell'adenomiosi è giocato da fattori ambientali avversi e in sovrappeso. Spesso le cause dello sviluppo del processo patologico sono determinate dai sintomi e dal trattamento dell'iperplasia endometriale.

    Quadro clinico

    Nell'adenomiosi, i sintomi sono vari. Sono individuali per ogni donna e dipendono dallo stadio della malattia, dalle caratteristiche strutturali del sistema riproduttivo e dalle patologie concomitanti. Ad esempio, nel 60% dei pazienti, in parallelo con un endometrio allargato, si notano anche fibromi uterini. La nostra adenomiosi di solito si manifesta con tali sintomi:

    Dolore addominale inferiore Nella fase iniziale, non sono forti, mentre progrediscono, diventano più intensi. La loro posizione dipende dalla posizione della sconfitta dell'utero. Quando l'iperplasia copre la cervice, il dolore dà ai genitali esterni. Il processo sulla parete di fondo è caratterizzato da irradiazione per l'intestino. Se l'adenomiosi fa male nella regione lombare, ciò può indicare la diffusione del processo oltre i limiti del sistema riproduttivo (nei reni o negli ureteri). Inoltre, questo sintomo dipende dal ciclo mestruale. I pazienti hanno notato un aumento del disagio alcuni giorni prima delle mestruazioni.

    Adenomiosi dell'utero: cos'è e come affrontare questa patologia?

    Adenomiosi dell'utero: cos'è? Molte donne hanno trovato la diagnosi nelle loro vite e molte devono ancora affrontarla. Pertanto, non sarà fuori luogo armarsi di certe informazioni su questa malattia e analizzare questo tipo di patologie genitali femminili.

    L'adenomiosi dell'utero è una forma di endometriosi, in cui i tessuti in espansione dello strato mucoso interno dell'utero (endometrio) iniziano a penetrare nella struttura di altri tessuti di questo organo. Cos'è l'adenomiosi in generale? Questa è una malattia sistemica benigna, che è caratterizzata da una riproduzione intensiva del materiale endometriale cellulare al di fuori della mucosa della membrana uterina.

    La natura e la dinamica dello sviluppo

    Nell'adenomiosi, l'endometrio si espande negli organi genitali sia esterni che interni (utero, ovaie, tube di Falloppio). Inoltre, la malattia può colpire altri tessuti e organi (il tratto gastrointestinale, il sistema urogenitale, l'area dell'ombelico). Penetrando negli strati del miometrio, la patologia causa complessi processi infiammatori e forma focolai che possono essere rimossi chirurgicamente.

    La malattia in forma morfologica si manifesta come endometriosi uterina interna.

    L'endometriosi e l'adenomiosi non sono la stessa cosa, ma spesso sono patologie parallele. L'adenomiosi e l'endometriosi si manifestano come degenerazione ghiandolare dei tessuti uterini muscolari, ma possono differire in alcuni segni e localizzazioni specifici.

    La principale differenza nella patologia è che il materiale cellulare dell'endometrio, cadendo nel tessuto al di fuori dello strato mucoso, continua a funzionare, obbedendo al ciclo mestruale, che provoca il verificarsi di processi infiammatori locali. Lo sviluppo di endometriosi e adenomiosi è caratterizzato da manifestazioni patologiche simili nei tessuti degli organi colpiti.

    Negli organi in cui compare l'adenomiosi, inizia lo sviluppo di gravi patologie distruttive. In particolare, una possibile conseguenza clinica è l'adenomatosi, cioè i cambiamenti patologici nella struttura dei tessuti uterini che si verificano a livello cellulare e sono una condizione precancerosa. Nell'adenomiosi, le malattie del sistema genitourinario femminile tendono ad aumentare.

    Esistono tre principali forme di distruzione:

    Nella forma diffusa, l'endometrio forma tasche cieche che penetrano a diversi livelli di profondità degli strati uterini. Spesso si osservano fistole apparenti nella zona pelvica.

    Nel caso di un tipo nodulare di malattia, il tessuto uterino muscolare è caratterizzato dall'introduzione dell'epitelio ghiandolare, con conseguente formazione di nodi di dimensioni diverse. Il tipo di formazione del nodo è multiplo, i vuoti sono pieni di sostanza sanguinante. Il liquido in questione può apparire come risultato del flusso del ciclo mestruale.

    Qual è la differenza tra le due forme marcate? Nel primo caso, la malattia dell'adenomiosi non ha una chiara localizzazione, può verificarsi in modo situazionale e migrare dal tessuto al tessuto, la seconda forma è più appuntita, ma anche più dolorosa e difficile da trattare. Per eliminarlo, il metodo chirurgico è più spesso usato. Avendo compreso la differenza tra una lesione specifica, puoi cercare un modo per trattarla.

    Per capire la natura dell'adenomiosi dell'utero - di cosa si tratta, e quali misure mediche richiede la malattia, in primo luogo è necessario determinare le cause della malattia.

    Le cause dell'adenomiosi non sono completamente comprese dalla moderna ginecologia. La malattia copre una fascia di età abbastanza ampia, anche se è più frequente nelle donne in età riproduttiva. Uno dei principali fattori in cui la lesione può sembrare una violazione dei livelli ormonali, oltre a problemi con il sistema immunitario.

    Inoltre, nello sviluppo di adenomiosi, le ragioni possono essere complesse. Un aumento del rischio di malattia è osservato in presenza dei seguenti fattori:

  • suscettibilità ereditaria alla formazione di varie patologie del sistema genito-urinario;
  • una varietà di disturbi mestruali, compresa la sua insorgenza troppo precoce o tardiva;
  • la presenza di problemi con sovrappeso, obesità;
  • complicanze del parto;
  • interventi chirurgici con esperienza sull'utero e sugli organi del sistema riproduttivo;
  • complicazioni associate a contraccettivi orali o spiriti uterini;
  • il verificarsi di sanguinamento vaginale disfunzionale;
  • la presenza di patologie extragenitali;
  • malattie del tratto gastrointestinale, ipertensione, problemi con il sistema circolatorio;
  • infiammazione nell'utero e nelle appendici;
  • malattie infettive e reazioni allergiche che indicano un sistema immunitario indebolito;
  • stile di vita, aggravato dall'inattività, o viceversa, pesante lavoro fisico;
  • la presenza di cattive abitudini, stress.

    L'intervallo indicato di possibili cause della malattia è limitato all'elenco di cui sopra. Tuttavia, la determinazione della possibile causa della malattia è necessaria per studiarne la natura, fare una previsione e capire come trattare l'adenomiosi uterina, sulla base del quadro individuale dello sviluppo della patologia.

    Sintomi della malattia

    È necessario evidenziare i sintomi dell'adenomiosi uterina.

    Il primo e principale sintomo della patologia è un aumento dell'intensità del sanguinamento mestruale e della sua durata.

    Il risultato è spesso anemia da carenza di ferro secondaria. In questa condizione, i sintomi di adenomiosi dell'utero sono caratterizzati da sensazioni di sonnolenza, debolezza, sbiancamento della pelle e delle mucose, presenza di mancanza di respiro e vertigini, nonché una generale perdita di forza e capacità di lavoro.

    Altri segni di adenomiosi uterina includono:

  • scarico anovulativo di consistente consistenza, che può verificarsi diversi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni, o dopo il suo completamento;
  • metrorragia (sanguinamento uterino che si verifica nel mezzo del ciclo mestruale);
  • dolore, aggravato prima dell'inizio delle mestruazioni e sbiadimento entro pochi giorni dopo il suo completamento;
  • sentimenti dolorosi durante il contatto sessuale, il più delle volte indicativo di una sconfitta dell'istmo uterino.

    È importante notare che l'adenomiosi si sviluppa spesso in modo asintomatico, specialmente nelle prime fasi della malattia della forma diffusa. Quando sono presenti manifestazioni caratteristiche di adenomiosi nodulare, ma raramente consentono di determinare il grado e la natura del decorso della malattia. L'unico modo affidabile per rilevare una malattia è condurre una diagnosi professionale tempestiva.

    Nell'adenomiosi, la manifestazione caratteristica è un'ampia localizzazione della patologia. A seconda di ciò, l'intensità del dolore varia. Ad esempio, colpendo la cervice uterina, la malattia causa sufficiente dolore spasmodico acuto. Quando le aderenze iniziano a formarsi nella zona pelvica a seguito dell'intervento chirurgico esperto, è anche possibile lo sviluppo concomitante di adenomiosi del corpo uterino con gravi manifestazioni dolorose.

    La medicina nota la possibilità di adenomiosi nelle donne come effetto collaterale in una patologia nota come corno accessorio dell'utero. Il sangue mestruale nello sviluppo di questa lesione entra nella cavità pelvica e causa sintomi simili ai segni che accompagnano la peritonite.

    Caratteristiche di diagnosi e trattamento

    Lotta contro l'adenomiosi dell'utero: che cos'è e come dovrebbe essere trattato per evitare complicazioni e ricadute successive?

    Poiché la malattia spesso si manifesta senza manifestazioni caratteristiche e i suoi sintomi sono simili a quelli di numerose altre patologie ginecologiche, è possibile determinare la presenza di una lesione solo durante una visita medica speciale.

    Con l'adenomiosi, la diagnosi non è così semplice. La diagnostica ad ultrasuoni, così come altri metodi moderni per la rilevazione di patologie ginecologiche, sono spesso utilizzate per determinare la malattia.

    La moderna ginecologia è ambigua nel decidere se l'adenomiosi può essere curata, ma offre metodi preventivi per evitare ed eliminare i suoi effetti devastanti. In caso di adenomiosi, i sintomi e il trattamento della malattia sono piuttosto individuali, pertanto la diagnosi efficace è di particolare importanza. Inoltre, con insufficiente trattamento efficace o tempestivo di adenomiosi, la fase cronica si verifica abbastanza rapidamente.

    Il trattamento dell'adenomiosi dell'utero viene effettuato in modo medico e chirurgico. La chirurgia è considerata un metodo più aggressivo, difficile da tollerare il corpo, ma allo stesso tempo la sua efficacia è più elevata. Nell'adenomiosi uterina, il trattamento include non solo una lotta nel fattore iniziale della lesione, ma anche una terapia sintomatica e restitutiva.

    I preparati per il trattamento dell'adenomiosi sono prescritti tenendo conto della forma e dello stadio specifici della malattia, ma lo spettro delle misure terapeutiche si basa sulla necessità di stabilizzare i livelli ormonali nel corpo e rafforzare il sistema immunitario. In generale, la lesione è ben corretta dalla terapia ormonale e sintomatica.

    Con una diagnosi di adenomiosi uterina, i medici spesso usano una terapia complessa volta a ripristinare il corpo. Il trattamento ormonale può essere richiesto in diverse fasi della malattia.

    Tra i farmaci utilizzati per la correzione ormonale in caso di adenomiosi, i seguenti gruppi di dispositivi medici sono più spesso utilizzati:

  • spettro di contraccettivi orali extragen-gestagenici;
  • 19-nortestosterone e un gruppo di suoi derivati;
  • farmaci antiprogestinici;
  • agenti anti-estrogeni;
  • farmaci che sono inibitori della gonadotropina;
  • spettro degli agonisti degli ormoni che rilasciano le gonadotropine.

    I mezzi indicati possono essere usati sia in combinazione che separatamente, in base alla necessità terapeutica in un caso clinico particolare. In questo caso, la terapia ormonale viene utilizzata come trattamento indipendente, oltre a una misura aggiuntiva dopo l'intervento chirurgico. Sfortunatamente, i migliori prodotti a spettro ormonale non forniscono una garanzia assoluta di curabilità.

    Il corso di assunzione dei farmaci è prescritto individualmente, a causa dell'elevata intensità della loro azione, devono essere rigorosamente regolamentati.

    Per quanto riguarda l'intervento chirurgico, ha lo scopo di eliminare i focolai di patologie adenomiotiche e ripristinare il normale funzionamento del sistema riproduttivo femminile. L'operazione viene eseguita in anestesia generale, dura a lungo (a volte - circa 2 ore) e richiede un recupero lungo e coerente.

    Durante la riabilitazione, il paziente è controindicato per l'eccessiva attività fisica, il sesso, una dieta sana, ricca di vitamine e microelementi, nonché esami regolari da parte del medico curante.

    Dovrei trattare l'adenomiosi? Sicuramente sì. La lesione in esame non è solo pericolosa di per sé, ma causa anche una vasta gamma di complicazioni, inclusa l'insorgenza di focolai infiammatori nel tessuto interessato.

    Utero adenomiosi - diffuso e nodulare, sintomi e segni, algoritmo di trattamento, rimedi popolari

    Cos'è l'adenomiosi?

    L'endometriosi interna (adenomiosi) è una malattia dell'utero. in cui l'endometrio, la sua membrana mucosa interna, cresce in altri strati dell'organo.

    L'adenomiosi è un caso particolare di endometriosi, una malattia sistemica benigna in cui le cellule endometriali iniziano a moltiplicarsi all'esterno della mucosa della cavità uterina.

    Una nuova posizione per le cellule endometriali può essere come organi genitali interni o esterni - l'utero, le tube di Falloppio, le ovaie. la vagina (endometriosi genitale) e altri organi e tessuti del corpo - il tratto gastrointestinale, il sistema urinario, i polmoni. ombelico, ferite postoperatorie, ecc. (endometriosi extragenitale).

    L'endometriosi genitale, a sua volta, è divisa in esterna (endometriosi delle ovaie e della vagina) e interna - endometriosi dell'utero (adenomiosi).

    Una volta fuori dalla mucosa uterina, le cellule endometriali continuano a funzionare secondo il ciclo mensile - questo provoca infiammazione locale e quindi alterazioni degenerative, che interrompono gravemente l'attività dell'organo colonizzato.

    Quindi, il termine "adenomiosi" significa letteralmente degenerazione ghiandolare del tessuto muscolare ("adeno" - ghiandola, "myo" - tessuto muscolare, il suffisso "oz" - alterazioni degenerative). Sotto l'influenza dell'attività delle ghiandole endometriali che hanno invaso il miometrio delle cellule, lo strato muscolare dell'utero subisce gravi cambiamenti patologici, portando alla degenerazione degli organi.

    I termini "endometriosi dell'utero" e "adenomiosi" sono registrati nella classificazione istologica internazionale. Tuttavia, in tutta onestà, si deve notare che secondo una traduzione letterale, l'adenomiosi può essere chiamata solo una forma o un grado di endometriosi dell'utero, quando si verificano gravi alterazioni patologiche nel suo strato muscolare (endometriosi nodulare dell'utero o adenomiosi diffusa di 2-3 gradi).

    Cos'è l'adenomiosi nodulare diffusa, nodulare e diffusa dell'utero?

    Adenomiosi diffusa, nodulare e diffusa-nodulare (mista) - forme morfologiche dell'endometriosi interna dell'utero.

    La forma diffusa di adenomiosi rappresenta morfologicamente la presenza di tasche cieche nell'endometrio, penetrando dall'utero a diverse profondità dei suoi strati (fino alla formazione di fistole nella cavità pelvica).

    La forma nodulare dell'adenomiosi è caratterizzata dalla penetrazione dell'epitelio ghiandolare nello strato muscolare dell'utero con la formazione di nodi di dimensioni diverse. I nodi, di norma, sono multipli, pieni di sangue o liquido color cioccolato, che si forma a causa del funzionamento delle ghiandole endometriali in base al ritmo del sanguinamento mestruale.

    Molto spesso, i nodi endometriotici hanno una trama densa, dal momento che il tessuto connettivo cresce intorno a loro. Tali nodi assomigliano a formazioni incapsulate benigne, ma le cellule endometriali possono anche essere localizzate al di fuori delle crescite del tessuto connettivo a forma di capsula.

    La forma mista e intricata è rappresentata morfologicamente da entrambi i tipi di elementi.

    Su quali basi è determinato dal grado di adenomiosi dell'utero?

    Cos'è l'adenomiosi dell'utero 1, 2, 3 e 4 gradi?

    La classificazione di adenomiosi per il grado di prevalenza non è internazionale, ma è abbastanza conveniente, e quindi si trova spesso nella letteratura nazionale e viene effettuata nella pratica.

    La gravità di questa classificazione è determinata dalla profondità di penetrazione delle cellule endometriali negli strati sottostanti dell'utero (utilizzato esclusivamente in relazione alla forma diffusa di adenomiosi del corpo uterino).

    I. Diffusa proliferazione di cellule endometriali nello strato sottomucoso dell'utero.

    II. Il processo patologico penetrò nello strato muscolare dell'utero, ma catturò non più della metà di questo strato.

    III. Lo strato muscolare è coinvolto nel processo patologico più della metà.

    IV. Crescita delle cellule endometriali al di fuori dello strato muscolare, nella membrana sierosa dell'utero, con un'ulteriore transizione al peritoneo e coinvolgimento degli organi pelvici nel processo.

    Qual è il pericolo di adenomiosi (endometriosi)?

    L'endometriosi è considerata iperplasia benigna (proliferazione patologica del tessuto), poiché le cellule endometriali trasferite ad altri organi e tessuti mantengono la loro struttura genetica. Tuttavia, i segni come la capacità di germinare in altri organi, la tendenza al reinsediamento in tutto il corpo e la resistenza alle influenze esterne - sono legati ai tumori maligni.

    La parola "benigno" si riferisce anche alla prognosi della malattia, che va avanti per anni e decenni, di norma, senza che ciò comporti un grave esaurimento del corpo e della morte. Tuttavia, come nel caso dell'iperplasia maligna (cancro, sarcoma, ecc.), L'adenomiosi (endometriosi) è difficile da trattare in modo conservativo e la chirurgia per questa patologia è molto più voluminosa rispetto a quella dei tumori benigni, poiché è difficile determinare confine tra tessuto sano e malato.

    La complicazione più frequente di adenomiosi è dovuta al fatto che le cellule endometriali che funzionano secondo il ciclo mensile portano a un forte sanguinamento, che è irto di sviluppo di anemia acuta e / o cronica. In alcuni casi, i pazienti devono essere ricoverati in ospedale e persino operati con urgenza per emorragia potenzialmente letale.

    L'adenomiosi è incline a diffondere il processo ad altri organi e tessuti, il che porta a lesioni sistemiche. Con la disposizione extragenitale delle cellule endometriali, è possibile una serie di complicazioni che richiedono un intervento medico di emergenza (ostruzione intestinale nell'endometriosi del tratto gastrointestinale, emoracex (riempimento della cavità pleurica con sangue) nell'endometriosi del polmone, ecc.).

    E infine, un altro pericolo di endometriosi in generale, e adenomiosi in particolare, è la minaccia di una trasformazione genetica maligna delle cellule migrate. Una tale trasformazione è molto reale, poiché ogni iperplasia ha una tendenza più o meno accentuata alla malignità, e nel nuovo sito le cellule endometriali sono costrette a esistere in condizioni estremamente sfavorevoli.

    Quante donne soffrono di adenomiosi?

    La prevalenza dell'endometriosi è la terza tra le malattie ginecologiche (dopo le lesioni infiammatorie delle appendici e dei fibromi uterini).

    L'incidenza dell'endometriosi è di circa il 20-90% (secondo varie fonti). Una tale diffusione di dati digitali non dovrebbe destare sospetti. Il fatto è che molti ricercatori contribuiscono a questi numeri e alle forme subcliniche (asintomatiche) della malattia. Secondo i dati clinici, l'endometriosi asintomatica rappresenta fino al 45% di tutti i casi di patologia e viene rilevata in uno studio sulle donne che cercano aiuto a causa dell'infertilità. Poiché l'endometriosi non porta alla sterilità in tutti i casi, il numero di donne con endometriosi può essere solo indovinato. Da qui l'inesattezza delle cifre sulla prevalenza della patologia.

    L'endometriosi è più comune nelle donne in età riproduttiva, ma in alcuni casi è diagnosticata negli adolescenti, così come nelle donne in menopausa. prendendo la terapia ormonale sostitutiva. In precedenza si pensava che il picco di incidenza fosse in età riproduttiva avanzata e premenopausa, ma c'erano lavori che smentivano questa affermazione.

    Negli ultimi decenni, c'è stato un marcato aumento dell'incidenza dell'endometriosi. Ciò è spiegato, da un lato, dalla violazione dello status immunologico della popolazione sotto l'influenza di molti fattori (problemi ambientali, stress, ecc.), E dall'altro, dall'introduzione dei più recenti metodi diagnostici. rilevamento bruscamente aumentato di forme di basso grado e asintomatiche (laparoscopia, tomografia RMN, ecografia transvaginale).

    Che cosa causa lo sviluppo di adenomiosi?

    Sfortunatamente, le cause e i principali meccanismi di sviluppo dell'endometriosi (adenomiosi) non sono attualmente pienamente compresi.

    Con fiducia possiamo solo dire che l'endometriosi è una malattia ormono-dipendente, il cui sviluppo è promosso da un'attività compromessa del sistema immunitario.

    I fattori di rischio per adenomiosi includono:

  • ereditarietà sfavorevole nell'endometriosi, così come nei tumori benigni e maligni dei genitali femminili;
  • inizio troppo precoce o tardivo delle mestruazioni;
  • insorgenza tardiva dell'attività sessuale;
  • ritardo del parto;
  • parto complicato;
  • l'obesità;
  • varie manipolazioni sull'utero (abettamento, curettage diagnostico);
  • uso del dispositivo intrauterino;
  • uso di contraccettivi orali;
  • malattie infiammatorie dell'utero e appendici, sanguinamento disfunzionale, soprattutto se ci sono stati interventi chirurgici e / o terapia ormonale a lungo termine;
  • la presenza di malattie sistemiche extragenitali (ipertensione, malattie del tratto gastrointestinale);
  • malattie infettive frequenti, reazioni allergiche, che indicano una violazione delle funzioni del sistema immunitario;
  • basso status socioeconomico;
  • duro lavoro fisico;
  • stress, stile di vita sedentario;
  • vivere in una regione ecologicamente sfavorevole.

    Sintomi di adenomiosi uterina

    Il principale e patognomico (caratteristico solo per questa malattia) sintomo di adenomiosi è abbondante e / o prolungato sanguinamento mestruale, che porta a anemia da carenza di ferro secondaria.

    L'anemia, a sua volta, si manifesta con i seguenti sintomi:

  • la debolezza;
  • sonnolenza;
  • suscettibilità a varie malattie infettive;
  • pallore della pelle e delle mucose visibili;
  • nei casi più gravi, mancanza di respiro con poco sforzo;
  • vertigini;
  • un forte calo delle prestazioni e la capacità di valutare adeguatamente la propria condizione.

    Patognomico per adenomiosi comprende anche la comparsa di macchie marroni 2-3 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e 2-3 giorni dopo.

    Con forme comuni di adenomiosi, si può sviluppare una metrorragia: sanguinamento uterino. che si verificano nel bel mezzo del ciclo mestruale.

    Un altro segno caratteristico di adenomiosi è la sindrome del dolore che si verifica pochi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e, di norma, scompare 2-3 giorni dopo la sua comparsa (dismenorrea o algomenorrea).

    La natura e la gravità del dolore dipendono dal processo di localizzazione. Sindrome del dolore particolarmente forte è osservata con la sconfitta dell'istmo dell'utero, così come nel caso di adenomiosi diffusa con lo sviluppo di aderenze.

    L'adenomiosi si trova spesso in presenza di tale patologia come il corno addizionale dell'utero, con il quale la clinica può assomigliare ad un addome acuto con endometriosi (il sangue mestruale viene gettato nella cavità pelvica e causa sintomi di peritonite).

    Con l'irradiazione del dolore, è spesso possibile stabilire la localizzazione del processo patologico. Quindi, con la sconfitta dell'utero, il dolore dà all'inguine corrispondente, e con la sconfitta dell'istmo - nella vagina o nel retto.

    Un altro sintomo caratteristico dell'adenomiosi è il dolore durante il rapporto sessuale, specialmente alla vigilia delle mestruazioni (il più comune con le lesioni dell'istmo dell'utero).

    All'esame clinico di pazienti con adenomiosi, viene determinato un aumento dell'utero, particolarmente pronunciato prima delle mestruazioni e nei primi giorni del ciclo mestruale. Perché la forma diffusa è caratterizzata da un utero "sferico". Quando adenomiosi nodulare è talvolta possibile per sondare i nodi.

    Va notato che la gravità dei sintomi di adenomiosi in una certa misura dipende dalla portata del processo. Quindi, l'adenomiosi diffusa di 1 grado è una scoperta casuale quando si eseguono vari esami ed è asintomatica. Tuttavia, in adenomiosi diffusa di 2 e 3 gradi, così come nella forma nodulare di adenomiosi, la gravità dei sintomi clinici non sempre coincide con il grado di prevalenza del processo e la grandezza dei nodi.

    Come si presenta l'adenomiosi in concomitanza con il mioma uterino?

    La probabilità di combinare l'adenomiosi con il mioma uterino è molto alta (fino all'85%, secondo alcuni autori), che è spiegata da meccanismi simili di sviluppo di queste patologie.

    Un aumento dell'utero in questi casi di solito corrisponde alla dimensione dei fibromi. La dimensione dell'organo non ritorna alla normalità dopo le mestruazioni, come nel caso dell'adenomiosi diffusa isolata.

    Tuttavia, i restanti sintomi di adenomiosi se combinati con il mioma non subiscono cambiamenti pronunciati. L'eccezione è rappresentata dai fibromi uterini con una disposizione sottomucosa dei nodi, in questi casi si osserva un abbondante sanguinamento uterino aciclico.

    La combinazione di adenomiosi con mioma uterino è scarsamente trattabile per il trattamento conservativo, quindi è con questa combinazione di patologie che i pazienti sono più spesso invitati a decidere sull'isterectomia (rimozione dell'utero).

    Segni di una combinazione di adenomiosi con endometriosi ovarica

    L'adenomiosi è spesso associata all'endometriosi ovarica, che si spiega con la proliferazione del processo dall'utero. Molti ricercatori suggeriscono che la formazione di escrescenze endometriali sulle ovaie sia associata al lancio di sangue mestruale attraverso le tube di Falloppio, contenente cellule proliferative endometriali vive.

    La prevalenza del processo ci sono quattro gradi di endometriosi ovarica:

    I. Punto foci di endometriosi sulla superficie dell'ovaio e sul peritoneo, nella rientranza tra l'utero e il retto.

    II. Cisti endometriale unilaterale di non più di 6 cm di dimensione, aderenze nelle appendici uterine senza coinvolgimento intestinale.

    III. Cisti endometriali bilaterali di dimensioni fino a 6 cm, adesioni pronunciate con coinvolgimento intestinale.

    IV. Grandi cisti bilaterali, il processo di transizione della vescica e del colon, un processo adesivo comune.

    Con la diffusione dell'endometriosi dall'utero alle ovaie, un intero gruppo di sintomi si unisce ai segni di adenomiosi.

    Prima di tutto, la sindrome del dolore si trasforma. A differenza dell'adenomiosi, il dolore ha una natura costante e periodicamente crescente. L'aumento massimo del dolore è caratteristico dell'inizio delle mestruazioni e del periodo di ovulazione (il rilascio di un uovo maturo dal follicolo nel mezzo del ciclo mestruale). I dolori nell'endometriosi dell'ovaio sono localizzati nell'addome inferiore, nella proiezione dell'utero, hanno un carattere dolente o tirante, danno alla regione lombare, l'osso sacro, nel retto.

    Per adenomiosi, associata a endometriosi dell'ovaio, sindrome premestruale pronunciata più pronunciata. spesso accompagnato da nausea. vomito. raffreddamento delle estremità, un netto calo delle capacità lavorative. Nei primi giorni del ciclo mestruale, è possibile la condizione subfebrilare, un cambiamento nei parametri di laboratorio del totale emocromocitometrico (aumento del numero di leucociti e ESR).

    Con lo sviluppo di aderenze può causare la rottura dell'intestino e della vescica (stitichezza, minzione frequente e dolorosa).

    Durante l'esame clinico, la palpazione delle appendici rivela il loro aumento e la tenerezza, a volte è possibile sondare le cisti dell'endometriosi ovarica. Le cisti sono palpate, di regola, quando la dimensione è più di 6 cm dal lato e / o posteriore all'utero, come formazioni tumorali di consistenza densamente elastica, immobili a causa dello sviluppo di aderenze, fortemente dolorose, specialmente alla vigilia e durante le mestruazioni.

    Per una diagnosi accurata, sono necessari gli stessi tipi di studi come adenomiosi isolata.

    Sulla base di quali studi sono stati diagnosticati con adenomiosi?

    Di fondamentale importanza per la corretta diagnosi è la raccolta dell'anamnesi con la determinazione dell'esistenza di fattori di rischio in questo paziente (eredità sfavorevole, manipolazioni operative sull'utero, alcune malattie fisiche, ecc.) E analisi dei disturbi (abbondanza e / o prolungata mestruazione accompagnata da pronuncia dolore, dolore durante il rapporto sessuale, sintomi di anemia).

    Quindi il medico esegue un esame fisico (esame sulla sedia ginecologica) durante il quale, in caso di adenomiosi, viene generalmente rilevato un ingrossamento dell'utero sferico corrispondente a 8-10 settimane di gravidanza (raramente di più). L'ispezione è meglio eseguita alla vigilia delle mestruazioni, perché in questo momento è più evidente un aumento dell'utero. Quando la forma nodulare di adenomiosi è spesso possibile per sondare i nodi o la tuberosità dell'utero.

    Di norma, un'attenta raccolta dell'anamnesi con analisi dei dati ottenuti, integrata da esami fisici, consente di effettuare correttamente una diagnosi preliminare dell'endometriosi interna dell'utero (adenomiosi).

    Per chiarire la diagnosi, in particolare per determinare la localizzazione e l'estensione del processo, vengono effettuati ulteriori studi strumentali per risolvere il problema di ulteriori tattiche di trattamento del paziente.

    Il gold standard dello studio per l'adenomiosi sospetta è un'ecografia. Inoltre, vengono spesso utilizzati metodi di rilevamento come la risonanza magnetica nucleare. isterosalpingografia e isteroscopia.

    Quali sono i segni di adenomiosi?

    Tra tutti i tipi di ecografia (ecografia), la scansione ecografica transvaginale è più informativa nell'adenomiosi. L'accuratezza della diagnosi con questo metodo di esame supera il 90%.

    Se si sospetta l'adenomiosi, è meglio eseguire un'ecografia alla vigilia delle mestruazioni (nei 23-25 ​​giorni del ciclo).

    Durante i lunghi anni di sviluppo della diagnostica ecografica, i seguenti segni patologici di eco dell'endometriosi interna (adenomiosi) dell'utero sono stati generalmente riconosciuti:

    1. Un aumento della dimensione antero-posteriore dell'utero, con il risultato che l'organo acquisisce una forma sferica.

    2. Ampio utero fino a 6 settimane di gravidanza o più

    3. Asimmetria dello spessore della parete.

    4. L'aspetto alla vigilia delle mestruazioni nella membrana muscolare dell'utero delle cavità cistiche con dimensioni di 3-5 mm e oltre.

    Quale trattamento è prescritto per l'adenomiosi uterina?

    L'adenomiosi non è la sofferenza di un organo separato, ma una malattia sistemica cronica del corpo. Pertanto, il trattamento della patologia richiede un approccio puramente individuale, tenendo conto di tutti i meccanismi dell'insorgenza e dello sviluppo della malattia in un particolare paziente.

    Quindi, quando si sceglie un metodo di terapia, molti fattori vengono presi in considerazione, prima di tutto:

  • l'età del paziente e il suo desiderio di avere figli in futuro;
  • localizzazione e prevalenza del processo patologico;
  • la gravità del quadro clinico e il rischio di complicanze;
  • condizione generale del corpo (presenza di malattie concomitanti, stato del sistema immunitario, ecc.);
  • durata dell'adenomiosi.

    Tutte le misure mediche per combattere l'adenomiosi possono essere classificate come segue:

    I. Trattamento chirurgico

  • radicale (rimozione dell'utero e delle ovaie);
  • conservazione dell'organo (laparoscopia ed escissione di focolai dell'endometro).

    II. Trattamento conservativo:

  • terapia ormonale;
  • terapia antinfiammatoria non specifica;
  • sedativi (sedativi) farmaci;
  • terapia vitaminica;
  • mantenimento della funzionalità epatica;
  • eliminazione dell'anemia;
  • immunomodulatori;
  • terapia assorbibile;
  • fisioterapia.

    III. Trattamento combinato

    L'algoritmo generale per il trattamento dei pazienti con adenomiosi è il seguente: prima di tutto viene prescritto un trattamento conservativo, e se è inefficace, o se ci sono controindicazioni all'uso di farmaci ormonali, si rivolgono a metodi chirurgici di trattamento.

    Negli ultimi anni, le operazioni endoscopiche di conservazione degli organi sono state usate con successo per trattare pazienti in età riproduttiva. Le principali indicazioni per la loro condotta sono:

  • adenomiosi in combinazione con iperplasia endometriale;
  • cisti endometere ovariche funzionanti (più di 5 cm di diametro);
  • suppurazione dell'utero affetto da endometriosi;
  • aderenze nell'ampolla delle tube di Falloppio (la principale causa di infertilità nell'endometriosi);
  • l'inefficacia della terapia ormonale (non esistono dinamiche positive nel trattamento dei farmaci ormonali per più di 3 mesi);
  • la presenza di malattie somatiche, che sono controindicazioni alla terapia ormonale a lungo termine (vene varicose e tromboflebite, grave malattia del fegato, emicrania, stati depressivi, epilessia, disturbi della circolazione cerebrale, obesità, diabete mellito, ipertensione, ecc.).

    Le operazioni di conservazione degli organi non sono un metodo di trattamento radicale, dal momento che è impossibile isolare tutti i focolai di endometriosi, tuttavia, sono il metodo di scelta per le donne che vogliono ripristinare e / o mantenere la fertilità.

    La chirurgia radicale con rimozione dell'utero e / o delle ovaie viene eseguita se sono presenti le seguenti indicazioni:

  • decorso progressivo della malattia nelle donne over 40;
  • mancanza di effetto dal trattamento combinato con l'esecuzione di operazioni di conservazione degli organi;
  • una combinazione di una forma nodulare di adenomiosi o adenomiosi diffusa di grado 3 con mioma uterino;
  • la minaccia della trasformazione maligna.

    È possibile curare l'adenomiosi?

    Adenomiosi: una malattia con un decorso cronico recidivante. Le statistiche sulla ricaduta dopo un trattamento non radicale di successo (terapia conservativa, operazioni di conservazione degli organi) sono circa il 20% all'anno. Dopo cinque anni, il numero di recidive raggiunge il 74%.

    L'effetto più lungo si osserva con l'uso combinato di metodi chirurgici (operazioni di risparmio di organi) e conservativi (terapia ormonale) di trattamento di adenomiosi, ma nella maggior parte dei casi le recidive sono comunque inevitabili.

    La prognosi delle donne in premenopausa è in qualche modo migliore, poiché con l'estinzione fisiologica della funzione ovarica, l'attività del processo si attenua.

    Nei pazienti sottoposti a chirurgia radicale (rimozione dell'utero e delle ovaie), il processo non riprende.

    Posso rimanere incinta con l'adenomiosi uterina?

    L'adenomiosi è la seconda causa principale di infertilità femminile dopo le malattie infiammatorie del tratto genitale femminile. E se, per di più, si considera che parte dell'adnexite cronicamente peggiorante (processi infiammatori nelle ovaie) non è causata da un processo infettivo, ma dall'endometriosi interna, la connessione tra adenomiosi e infertilità diventa ovvia.

    Secondo studi statistici di vari autori, l'infertilità nell'adenomiosi è diagnosticata in ogni terzo o secondo caso, o anche più spesso (secondo alcuni dati, il livello di infertilità tra i pazienti con adenomiosi raggiunge il 60-80%).

    I meccanismi di infertilità nell'adenomiosi sono diversi nei diversi pazienti e, di conseguenza, la prognosi e le tattiche di trattamento saranno diverse.

    Elenchiamo le cause più comuni di infertilità in pazienti con endometriosi interna dell'utero (in ordine decrescente di frequenza di osservazione):

    1. Violazione della funzione di trasporto delle tube di Falloppio a causa di aderenze, o una diminuzione della loro attività motoria, in modo che l'uovo non possa passare dall'ovaio all'utero.

    2. Cambiamenti patologici nella sfera ormonale che impediscono l'ovulazione (maturazione dell'uovo e sua liberazione dal follicolo). Alcuni autori considerano questo motivo la principale causa di infertilità nell'adenomiosi.

    3. Reazioni autoimmuni che portano alla disattivazione dello spermatozoo nell'utero, oltre a prevenire l'impianto di un ovulo fecondato e l'ulteriore sviluppo dell'embrione.

    4. Interruzione anticipata della gravidanza a causa di una maggiore contrattilità del miometrio causata da eventi infiammatori nello strato muscolare uterino.

    5. Dolore durante i rapporti sessuali, rendendo difficile avere una vita sessuale regolare.

    Spesso l'infertilità con adenomiosi può essere causata da diversi motivi contemporaneamente, pertanto è necessario un trattamento a lungo termine complesso per ripristinare la funzione riproduttiva. Il successo della terapia dipende fortemente dalla durata del periodo di infertilità. Quindi, i risultati migliori si ottengono se la sua durata non supera i 3 anni.

    Pertanto, l'adenomiosi porta spesso alla sterilità, tuttavia un trattamento tempestivo e complesso dà la possibilità di ripristinare la capacità di concepire.

    Adenomiosi e gravidanza. C'è la possibilità di fare e dare alla luce un sano

    Fino ad oggi, ha raccolto un sacco di materiale sul corso della gravidanza. parto e il periodo post parto nelle donne che soffrono di endometriosi interna dell'utero (adenomiosi). Le conclusioni generali di numerosi studi possono essere riassunte nelle seguenti posizioni:

    1. Nelle donne con adenomiosi, l'incidenza di infertilità è aumentata (dal 40 all'80% secondo varie fonti), ma un trattamento completo e tempestivo dell'endometriosi nella maggior parte dei casi porta al ripristino della fertilità.

    2. Una frequente complicazione nelle donne con adenomiosi è la minaccia di interruzione prematura della gravidanza. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, una terapia adeguata può stabilizzare la condizione. Il trattamento viene eseguito secondo lo schema generale generale, così come nelle donne che non soffrono di adenomiosi.

    3. La cessazione artificiale o spontanea della gravidanza porta ad una recidiva o esacerbazione di adenomiosi con successivo sviluppo accelerato del processo patologico, quindi dovresti, se possibile, sforzarti di preservare la gravidanza.

    4. La maggior parte delle donne con adenomiosi passa in modo sicuro, ma vi è una maggiore tendenza al sanguinamento uterino nella placenta e nel periodo postparto precoce, quindi dovrebbe essere considerata la possibilità di sviluppare queste complicanze.

    5. Dopo il parto con il ripristino della funzione mestruale, il processo può essere attivato, ma è sempre inferiore rispetto al caso di aborto artificiale o spontaneo.

    6. Dopo aborti artificiali e spontanei, così come dopo il parto con il ripristino della funzione mestruale, ai pazienti con una storia di adenomiosi deve essere somministrato un trattamento anti-ricaduta (terapia ormonale, immunomodulatori, antiossidanti, ecc.).

    Quali sono i metodi popolari di trattamento dell'endometriosi interna

    (adenomiosi) utero? È possibile curare le persone con adenomiosi

    Esistono molti modi diversi di trattamento tradizionale per l'adenomiosi, alcuni dei quali sono riconosciuti dalla medicina ufficiale e possono essere inclusi nel trattamento complesso della patologia.

    Tuttavia, la rete e nella vera letteratura quasi medica contengono molti consigli inutili e persino estremamente dannosi, quindi prima di utilizzare una delle ricette popolari per il trattamento dell'adenomiosi, dovresti consultare il medico. In nessun caso si deve sostituire il trattamento prescritto da un medico con metodi tradizionali.

    L'adenomiosi è una malattia soggetta a recidiva, quindi è molto difficile curarla completamente, sia con l'aiuto di ufficiali che con l'aiuto della medicina tradizionale.

    Tuttavia, la medicina ufficiale garantisce che un trattamento completo dell'endometriosi interna dell'utero possa migliorare la qualità della vita, sospendere il processo e minimizzare il rischio di complicanze. Con l'inizio tempestivo di una terapia adeguata, le possibilità di preservare la funzione riproduttiva sono piuttosto elevate.

    Pertanto, in caso di adenomiosi, si dovrebbe prima di tutto cercare l'aiuto della medicina ufficiale. È possibile utilizzare i tradizionali metodi tradizionali approvati per il trattamento dell'adenomiosi dopo aver consultato il proprio medico.

    Prima dell'uso, è necessario consultare uno specialista.

    Orgasmo femminile.Chast5

    "Hai adenomiosi nell'utero" - questa conclusione è spesso ascoltata dalle donne (specialmente dopo i 27-30 anni) durante un'ecografia o dopo un esame su una sedia. Molto raramente, i pazienti vengono spiegati dettagliatamente in cosa consiste questa malattia.

    L'adenomiosi è talvolta chiamata "endometriosi interna", che identifica questa malattia con un tipo di endometriosi. La maggior parte dei ricercatori ritiene che anche se queste malattie sono simili, sono ancora due diverse condizioni patologiche.

    Cos'è l'adenomiosi?

    Lascia che ti ricordi, l'utero è rivestito da una membrana mucosa, che si chiama endometrio. L'endometrio cresce durante il ciclo mestruale, preparandosi a ricevere un uovo fecondato. Se la gravidanza non si verifica - lo strato superficiale (viene anche chiamato "funzionale") viene rifiutato, che è accompagnato da sanguinamento (questo processo è chiamato mestruazione). Uno strato di germi endometriale rimane nell'utero, dal quale nel ciclo mestruale successivo l'endometrio ricomincia a crescere.

    L'endometrio è separato dallo strato muscolare dell'utero da uno speciale strato sottile di tessuto che separa questi strati. Normalmente, l'endometrio può crescere solo nella direzione della cavità uterina, semplicemente ispessendosi durante il ciclo mestruale. Nell'adenomiosi, si verifica quanto segue: in diversi punti, l'endometrio cresce separando il tessuto (tra l'endometrio e il muscolo) e inizia a invadere la parete muscolare dell'utero.

    È importante! L'endometrio cresce nel muro dell'utero, non dappertutto, ma solo in alcuni punti. Per chiarezza, darò un esempio. Hai piantato piantine in una scatola di cartone, e se non l'hai trapiantata a terra per molto tempo, le singole radici germoglieranno attraverso la scatola. È così che l'endometrio cresce sotto forma di "radici" separate che penetrano nella parete muscolare dell'utero.

    In risposta alla comparsa di tessuto endometriale nel muscolo uterino, inizia a rispondere all'invasione. Questo si manifesta con l'ispessimento reattivo di singoli fasci di tessuto muscolare attorno all'endometrio invasivo. Muscolo mentre cerca di limitare l'ulteriore diffusione di questo processo di crescita.

    Quando il muscolo aumenta di dimensioni, l'utero, rispettivamente, con adenomiosi inizia ad aumentare di dimensioni, acquisisce una forma sferica.

    Quali forme di adenomiosi ci sono?

    In alcuni casi, il tessuto endometriale impiantato forma i fuochi del suo accumulo nello spessore del muscolo, quindi si dice che sia "adenomiosi - una forma focale". Se c'è semplicemente l'introduzione dell'endometrio nella parete uterina senza la formazione di focolai, essi parlano della "forma diffusa" dell'adenomiosi. A volte c'è una combinazione di forme diffuse e nodulari di adenomiosi.

    Accade che l'endometrio, incorporato nel muro dell'utero, forma nodi molto simili ai fibromi uterini. Se i fibromi uterini, di norma, sono rappresentati da componenti muscolari e del tessuto connettivo, allora la componente ghiandolare e il tessuto connettivo predominano nei nodi dell'adenomiosi. Questa forma di adenomiosi è chiamata "nodulare".

    Adenomiosi e mioma uterino

    Può essere molto difficile con gli ultrasuoni distinguere il nodo dei fibromi uterini dalla forma nodulare di adenomiosi. Inoltre, si ritiene che il tessuto endometriale possa essere incorporato in nodi miomatoidi preesistenti. Abbastanza spesso si può osservare una combinazione di adenomiosi e fibromi uterini, ad esempio, sullo sfondo di adenomiosi diffusa, ci sono fibromi uterini.

    Come risultato della diagnosi, è molto importante fare una diagnosi corretta e definire chiaramente ciò che è presente nell'utero - mioma uterino o adenomiosi - la forma nodulare. Il trattamento dei fibromi uterini e l'adenomiosi è in realtà lo stesso, ma l'efficacia è diversa e ciò influenzerà la prognosi del trattamento.

    Che cosa causa l'adenomiosi?

    La causa esatta della formazione di adenomiosi non è ancora nota. Si presume che tutti i fattori che violano la barriera tra l'endometrio e lo strato muscolare dell'utero, possano portare allo sviluppo di adenomiosi.

  • Raschiatura e aborto
  • Taglio cesareo
  • Rimozione dei fibromi uterini (specialmente con l'apertura dell'utero)
  • nascita
  • Infiammazione dell'utero (endometrite)
  • Altre operazioni sull'utero

    Allo stesso tempo, ma molto raramente, l'adenomiosi si riscontra nelle donne che non hanno mai tollerato gli interventi e le malattie sopra descritte, così come nelle giovani ragazze adolescenti che hanno appena iniziato periodi mestruali.

    In questi rari casi ci sono due ragioni.

    La prima ragione è associata alla presenza di anomalie durante lo sviluppo intrauterino della ragazza, e l'endometrio senza fattori esterni viene introdotto nella parete uterina.

    La seconda ragione è legata al fatto che le ragazze giovani difficilmente possono aprire il canale cervicale durante le mestruazioni. Le contrazioni muscolari dell'utero durante le mestruazioni in presenza di spasmo cervicale creano una pressione molto elevata all'interno dell'utero, che può avere un effetto traumatico sull'endometrio, cioè la barriera che separa l'endometrio e lo strato muscolare dell'utero. Di conseguenza, può verificarsi l'inserimento endometriale nella parete uterina.

    Inoltre, è questo meccanismo che può svolgere un ruolo nello sviluppo dell'endometriosi, poiché quando la scarica mestruale dall'utero è difficile sotto alta pressione, queste secrezioni entrano nella cavità addominale attraverso grandi tubi nella cavità addominale dove avviene l'impianto di frammenti endometriali.

    Come si manifesta l'adenomiosi?

    In più della metà delle donne, l'adenomiosi è asintomatica. I sintomi più caratteristici dell'adenomiosi comprendono le mestruazioni dolorose e pesanti, spesso con coaguli, con un lungo periodo di macchie brunastre, dolore durante la vita sessuale e talvolta sanguinamento intermestruale. Il dolore nell'adenomiosi è spesso abbastanza forte, spastico, tagliente, a volte può essere "pugnale". Tali dolori sono gravemente rimossi prendendo antidolorifici convenzionali. L'intensità del dolore durante le mestruazioni può aumentare con l'età.

    Diagnosi di adenomiosi

    Molto spesso, la diagnosi di "adenomiosi" viene effettuata durante la visita di un ginecologo durante un'ecografia. Il medico vede l'utero ingrandito, la struttura eterogenea del miometrio (scrivono anche "ecogenicità eterogenea") l'assenza di un chiaro confine tra l'endometrio e il miometrio, "dentatura" nella regione di questo confine, la presenza di lesioni nel miometrio.

    Il medico può descrivere un ispessimento acuto di una delle pareti dell'utero rispetto all'altro. Queste sono le descrizioni ecografiche più frequenti di adenomiosi, che puoi leggere nel tuo rapporto. Durante l'esame sulla sedia, il medico può dire che l'utero è ingrandito, una parola molto importante "l'utero è rotondo".

    La diagnosi di "adenomiosi" viene spesso eseguita durante l'isteroscopia. Durante questa procedura, si vedono le cosiddette "mosse": si tratta di punti rossi nell'endometrio che corrispondono esattamente ai punti in cui l'endometrio è stato introdotto nella parete uterina.

    Meno comunemente, la risonanza magnetica viene utilizzata per confermare la diagnosi. Questo metodo è più indicato nei casi in cui l'uso degli ultrasuoni non può distinguere in modo affidabile tra la forma nodulare di adenomiosi e il mioma uterino. Questo è importante quando si pianificano le tattiche di trattamento.

    È importante! Poiché più della metà di adenomiosi è asintomatica e la maggior parte delle donne vive la propria vita senza sapere di avere adenomiosi (adenomiosi, come fibromi uterini e regressione dell'endometriosi dopo la menopausa), non si dovrebbe immediatamente preoccuparsi se esame si mette questa diagnosi.

    Questa è una situazione abbastanza comune - si arriva per un esame di routine o con lamentele di perdite vaginali - si sta effettuando anche un'ecografia e viene diagnosticata una adenomiosi, nonostante il fatto che non si abbiano sintomi caratteristici di questa malattia. Il medico è obbligato a descrivere i cambiamenti che ha visto, ma questo non significa che sia necessario iniziare urgentemente il trattamento.

    L'adenomiosi è una "condizione" molto comune dell'utero, che può non manifestarsi nel corso della vita e regredire in modo indipendente dopo la menopausa. Non puoi mai affrontare i sintomi di questa malattia.

    L'adenomiosi nella maggior parte dei casi è caratterizzata da un decorso asintomatico stabile, senza la progressione della malattia, a meno che non vengano creati ulteriori fattori per questo sotto forma di aborto e raschiamento.

    Nella maggior parte delle donne, l'adenomiosi esiste come "background" e non richiede un trattamento serio, ma solo misure preventive, che descriverò di seguito.

    L'adenomiosi come problema grave è meno comune, di regola, in questa situazione, si manifesta immediatamente come sintomi e ha un decorso progressivo. Tale adenomiosi richiede un trattamento.

    Trattamento di adenomiosi

    L'adenomiosi è impossibile da curare completamente, a meno che non si tenga conto della rimozione dell'utero. Questa malattia regredisce dopo la menopausa. Fino a questo punto, possiamo ottenere una piccola regressione di adenomiosi e prevenire un ulteriore sviluppo della malattia.

    Per il trattamento dell'adenomiosi, vengono utilizzati gli stessi approcci usati per il trattamento dei fibromi uterini.

    Poiché l'adenomiosi regredisce dopo la menopausa, vengono utilizzati i preparati agonisti del GnRH (deposito di buserelina, zoladex, lucrin, ecc.). Questi farmaci creano uno stato reversibile della menopausa, che porta alla regressione dell'adenomiosi e all'eliminazione dei sintomi della malattia. È importante ricordare che dopo la fine del trattamento e il ripristino della funzione mestruale, l'adenomiosi si ripresenta rapidamente nella stragrande maggioranza dei casi, pertanto, dopo il corso principale della terapia, è necessario passare ai contraccettivi ormonali o installare la spirale di Mirena.

    Ciò stabilizzerà i risultati raggiunti dal corso principale del trattamento.

    L'embolizzazione dell'arteria uterina ha un effetto ambiguo sull'adenomiosi. Ci sono pubblicazioni in cui la presenza di adenomiosi è anche chiamata la causa dell'inefficacia dell'EMA, condotta per trattare i fibromi uterini. Ma ci sono pubblicazioni che descrivono l'elevata efficacia dell'EMA contro l'adenomiosi. Abbiamo fatto l'EMA in presenza di adenomiosi e abbiamo avuto buoni risultati. Ho notato che se il tessuto dell'adenomiosi è ben fornito di sangue, allora l'EMA era efficace e se il flusso di sangue nella zona dell'adenomiosi era scarso, non c'era alcun effetto.

    I metodi chirurgici includono la rimozione del tessuto adenomiotico con conservazione dell'utero e una soluzione radicale al problema: l'amputazione uterina. Vale la pena ricorrere a metodi chirurgici di trattamento solo nei casi estremi in cui nulla aiuta di più.

    Bene elimina i sintomi di adenomiosi spirale intrauterina "Mirena". È impostato per 5 anni. Contro questa spirale, le mestruazioni diventano scarse o scompaiono completamente e il dolore può scomparire.

    I contraccettivi ormonali sono in grado di prevenire l'adenomiosi e di arrestarne la progressione nelle prime fasi della malattia. Per ottenere il più grande effetto dei contraccettivi, è meglio prendere uno schema prolungato - 63 + 7 - cioè tre pacchetti di fila senza interruzioni e solo dopo questa pausa di 7 giorni, poi ancora 63 giorni di assunzione del farmaco.

    Adenomiosi e infertilità

    Secondo gli autori occidentali, non esiste un legame provato tra adenomiosi e infertilità, cioè, si presume che l'adenomiosi da sola non influenzi la capacità di rimanere incinta. Tuttavia, l'adenomiosi è spesso associata ad altre condizioni patologiche, come l'endometriosi o il mioma uterino, che possono influire sulla fertilità di una donna.

  • L'adenomiosi è una malattia abbastanza comune, la cui frequenza raggiunge il 60-70%
  • Nell'adenomiosi, l'endometrio è incorporato nella parete muscolare dell'utero, portando ad un ispessimento reattivo delle fibre muscolari attorno al tessuto invasivo. Allo stesso tempo c'è un aumento delle dimensioni dell'utero.
  • Molto spesso, l'adenomiosi viene diagnosticata nelle donne dopo 30 anni
  • Si presume che varie manipolazioni mediche con l'utero - curettage, aborto, taglio cesareo, parto, chirurgia dell'utero, processo infiammatorio conducano allo sviluppo di adenomiosi.
  • Più della metà delle donne ha adenomiosi asintomatica.
  • I sintomi più comuni di adenomiosi sono le mestruazioni abbondanti, dolorose e prolungate con coaguli e dolore durante l'attività sessuale.
  • L'adenomiosi è spesso diagnosticata con ecografia e isteroscopia.
  • L'adenomiosi è spesso combinata con il mioma uterino, con la forma nodulare di adenomiosi è difficile distinguerla dal nodo del mioma
  • Il trattamento dell'adenomiosi si riduce alla creazione della menopausa reversibile, seguita da una fase di stabilizzazione sotto forma di pillole contraccettive ormonali o dall'installazione di un sistema ormonale intrauterino Mirena
  • L'embolizzazione dell'arteria uterina in alcuni casi è un metodo efficace per il trattamento dell'adenomiosi
  • L'adenomiosi molto probabilmente non causa l'infertilità da sola.